Politica e Sanità

set132018

Medici legali a Congresso, focus su medical malpractice e responsabilità

Un confronto generale di tutte le componenti medico legali che operano nel nostro Paese è l'obiettivo dichiarato del 43° Congresso Nazionale di Simla, la Società italiana di medicina legale e delle assicurazioni (Simla), che si terrà dal 18 al 20 settembre a Verona.

Come anticipa il presidente Simla RiccardoZoja, il confronto avverrà «sui temi attualissimi e in continua evoluzione che coinvolgono direttamente le discipline bio-medico forensi e tutti i cittadini, il contesto del sistema sanitario nazionale e dello stato sociale».

In concreto, gli organizzatori hanno selezionato i temi di rilievo medico legale che sono di attualità più scottante: «Le competenze medico legali per le valutazioni sugli omicidi stradali e sulle lesioni stradali; il riordino giuridico delle professioni sanitarie e degli aspetti deontologici che le riguardano direttamente; il risarcimento dei danni alle persone e del servizio medico legale in questo ambito delicatissimo valutando il rapporto tra opera medico legale, qualità e impresa nell'interesse del cittadino danneggiato».

Di forte interesse saranno le discussioni sulle ultime innovazioni sulle protesi di arti, sui criteri della prova scientifica medico legale nelle aule giudiziarie dall'autopsia al Dna, sulle nuove droghe e molto altro. «Un posto altrettanto centrale - continua Zoja - sarà riservato alla valutazione delle medical malpractices e delle responsabilità sanitarie alla luce dei nuovi inquadramenti legislativi e anche del fondamentale ruolo della medicina legale nella prevenzione e nello studio del rischio clinico in ospedale. Un particolare spazio sarà riservato al tema della violenza sulle donne e sulle fasce deboli della popolazione che vede la medicina legale impegnata incessantemente a rendere gli strumenti di accertamento sempre più presenti nel territorio».

La medicina legale ha la caratteristica di avere sempre lavorato fuori dalla luce dei riflettori. «Eppure - afferma Zoja - è una disciplina che, con tutte le sue componenti, opera ogni giorno in maniera diffusissima e nell'interesse della collettività. Il Congresso deve servire anche a questo: a far conoscere sempre più impegno, qualità e valori che sottendono tutte le discipline bio-medico legali».


Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community