Politica e Sanità

mag192017

Formazione, Legge Gelli tema imprescindibile negli eventi su E-health

«La legge "Gelli" è figlia anche della rivoluzione informatica in Sanità che in Italia stiamo vivendo; senza quest'ultima non ci sarebbero vari punti fermi del dispositivo - dal risk management, alle linee guida, alla trasparenza - su cui poggia in particolare la riforma della responsabilità penale». È la considerazione di partenza che lancia Michele Zagra responsabile del corso Fad di Edra (5 crediti Ecm) dal titolo "Informatica, web e Telemedicina " http://www.edracorsi.it/catalogo-corsi/fad-medicina-legale-5-ecm-telemedicina/

«In questi anni la "telematica" ha comportato trasformazioni nel quotidiano del medico e delle altre figure sanitarie, nelle relazioni tra loro e con i pazienti- ridefinendone i ruoli, i compiti e le responsabilità- e nelle implicazioni legali dell'attività professionale. La Legge 24 è entrata in questo scenario tessendo nuove reti: tra strutture e istituzioni, tra società scientifiche e singoli medici e persino tra strutture e pazienti in ambito "extra-Servizio sanitario". Il testo, che in primo luogo salvaguarda la sicurezza delle cure, istituisce all'articolo 3 un Osservatorio nazionale delle buone pratiche sulla sicurezza nella sanità che si avvale anche del Sistema informativo per il monitoraggio degli errori in sanità (SIMES), ed è alimentato con dati sui risarcimenti (a ritroso fino a cinque anni prima) provenienti dalle strutture sanitarie pubbliche e private. Inoltre punta sull'informatica per integrare, aggiornare e divulgare le linee guida di buona pratica e le relative raccomandazioni previste all'articolo 5 attraverso il Sistema nazionale per le linee guida (SNLG). Infine, chiama le strutture a coprirsi la responsabilità civile anche al di fuori delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza; l'articolo 10 disciplina che le strutture sanitarie e sociosanitarie pubbliche e private devono essere provviste di copertura assicurativa o di altre analoghe misure per la responsabilità civile verso terzi e per la responsabilità civile verso prestatori d'opera, e si applica anche alle prestazioni sanitarie svolte in regime di libera professione intramuraria ovvero in regime di convenzione con il Servizio sanitario nazionale, nonché attraverso la telemedicina». Il corso Fad di Edra ha per obiettivo descrivere e divulgare i progressi in sanità legati all'espansione dei nuovi sistemi informatici, e i cambiamenti nel rapporto medico-paziente che ne conseguono, ma anche affrontare le problematiche medico legali nell'assistenza per via telematica.

Temi che investono sia i medici ospedalieri che i medici di famiglia. «Da una parte - afferma Zagra - negli ultimi anni la telemedicina è entrata nella rete ospedaliera e territoriale dell'emergenza in particolare nelle reti per patologie tempo-dipendenti quali l'ictus, infarto miocardico e il trauma e nei modelli organizzativi hub - spoke. Dall'altra, strettamente sul territorio, da tempo sono online i dati degli assistiti presenti nelle schede informatizzate dei medici di famiglia in rete o di gruppo con la possibilità di prendere in carico, in qualunque momento, anche un paziente non presente nell'elenco dei propri assistiti e di conoscere le terapie in corso che lo stesso, in quel momento, può non essere in grado di ricordare (interazioni o allergie a farmaci) con maggiore garanzia per la sua sicurezza. Si trasmettono ormai per via telematica le certificazioni di malattia INPS e di infortunistica INAIL, nonché le prescrizioni dei farmaci; grazie al raggiungimento di questo "step", da gennaio 2016 i farmaci prescritti su ricetta elettronica possono essere ritirati presso qualsiasi farmacia pubblica e privata convenzionata del territorio italiano con grandi risparmi di tempo. Ancora: nelle regioni dove si è andati a regime anche con l'invio dematerializzato di impegnative per esami o visite specialistiche, è possibile dallo studio del medico di famiglia accedere online alle prime disponibilità di Asl od ospedale di riferimento intervenendo nella prenotazione del paziente e riducendone gli spostamenti con risparmi di tempo e denaro. Tutto questo ha implicazioni in tema di responsabilità da conoscere a fondo».
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community