Politica e Sanità

giu122022

Farmaci, Aifa: nuova rete nazionale farmacovigilanza al via dal 20 giugno

Il 20 giugno entrerà in funzione la nuova Rete nazionale di farmacovigilanza (Rnf), il sistema con cui in Italia sono raccolte, gestite e analizzate le segnalazioni di sospettereazioni avverse a farmaci. Lo annuncia l'Agenzia italiana del farmaco (Aifa), spiegando che la nuova rete "sarà caratterizzata da funzioni avanzate per la gestione e l'analisi delle segnalazioni di sospette reazioni avverse in modo da garantire una sempre più accurata valutazione del profilo di sicurezza dei medicinali".

Tra le novità anche un nuovo formato standard internazionale per la segnalazione delle sospette reazioni avverse ai medicinali, che, a partire dal 30 giugno, dovrà essere utilizzato in tutti i Paesi dell'Unione europea per inviare e ricevere segnalazioni di sospette reazioni avverse da e verso il sistema EudraVigilance, la banca dati europea delle sospette reazioni avverse ai medicinali, con cui la Rnf è strettamente collegata.

Il passaggio alla nuova Rnf - riferisce ancora l'Aifa sul suo sito - comporterà la sostituzione di alcuni applicativi attualmente in uso con specifiche funzionalità sviluppate all'interno della nuova piattaforma. Tra queste, la nuova modalità di segnalazione online, operativa a partire dal 20 giugno, che sarà conforme al nuovo formato standard internazionale e sostituirà l'attuale portale 'Vigifarmaco' (www.vigifarmaco.it).

Per consentire la corretta e completa migrazione dei dati dall'attuale sistema alla nuova Rnf - precisa l'Agenzia - è prevista una fase transitoria in cui alcuni applicativi saranno temporaneamente sospesi.

In particolare, il sito Vigifarmaco verrà definitivamente disattivato alle ore 18 dell'8 giugno. Dal 9 al 20 giugno, data di attivazione della nuova modalità web per la segnalazione online, gli operatori sanitari e i pazienti/cittadini potranno inviare le segnalazioni di sospette reazioni avverse tramite le altre procedure già note: compilazione della scheda di segnalazione di sospetta reazione avversa e invio via e-mail al responsabile di farmacovigilanza della propria struttura di appartenenza; compilazione della scheda di segnalazione di sospetta reazione avversa e invio via e-mail al titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio (Aic) del medicinale che si sospetta abbia causato la reazione avversa.

A partire dal 20 giugno - conclude l'Agenzia del farmaco - le segnalazioni online potranno essere effettuate accedendo direttamente dal portale Aifa.
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi