Politica e Sanità

gen242023

Covid, da Uk arriva in Italia sottovariante Orthrus. Ecdc: sotto controllo

Segnalata per la prima volta nella Gran Bretagna a settembre 2022, la sottovariante CH.1.1, nota anche come Orthrus, è arrivata anche in Italia. Secondo l'indagine rapida dell'Istituto Superiore di Sanità (Iss) e del ministero della Salute, relativa alla situazione del 10 gennaio, la CH.1.1 è presente adesso in 13 Paesi europei. La Gran Bretagna è il Paese in cui la CH.1.1 è più diffusa, con il 25% dei casi di Covid-19; seguono Nuova Zelanda (15%), Stati Uniti (11%), Australia (10%) e Danimarca (9%). Al momento non ci sono dati sufficienti per capire quanto questa nuova sottovariante si trasmetta facilmente, né se sia in grado di sfuggire ai vaccini né quali sintomi provochi. Le sue caratteristiche «sono oggetto di investigazione», si legge nel documento di Iss e ministero della Salute. «Al momento BQ.1.1, XBB e CH.1.1 sembrano essere le varianti in più rapida crescita a livello globale e si prevede che nei prossimi mesi provocheranno un certo livello di ondate di infezioni, insieme o individualmente», scriveva già all'inizio di dicembre l'infettivologo Thomas Peacock, dell'Imperial College di Londra. La CH.1.1 è comunque allo studio e il Centro europeo per la diagnosi e la prevenzione delle malattie (Ecdc) la indica fra le sottovarianti sotto controllo insieme ad altre quattro discendenti di Omicron.

In Italia, inoltre, sono stati individuati anche i primi due casi di variante Kraken. Il primo, a Como, è stato scoperto da un medico di famiglia; l'altro, a Monza, dall'Asst. A comunicarlo è l'assessore al Welfare della Regione Lombardia, Guido Bertolaso, che sottolinea come la variante sia già stata considerata dall'Ecdc, Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, «di un livello con meno evidenze di impatto rispetto a quelle già presenti sul territorio, vale a dire BA.2, BA.4, BA.5». In questo momento, continua Bertolaso, in Lombardia «non ci sono dunque evidenze di aumento né per quanto riguarda la severità della malattia, né la trasmissibilità. I vaccini che proteggono i nostri cittadini continuano ad essere efficaci anche per quanto riguarda questa nuova variante». «I nostri sistemi di sorveglianza - continua l'assessore - si rivelano dunque efficaci per verificare quanto accade sul territorio. In generale questi rilevano anche che l'incidenza Covid è in calo nella nostra regione ed è pari a 61 su 100.000 abitanti, inferiore alla media italiana che è di 88, e che anche i casi di influenza sono in lenta decrescita».

Kraken, intanto, continua la sua avanzata negli Usa. La sottovariante Omicron XBB.1.5 di Sars-CoV-2 è all'origine di quasi la metà dei nuovi casi di Covid-19 registrati negli Stati Uniti, secondo gli ultimi dati diffusi dai Centers for Disease Control and Prevention (Cdc). Questa settimana la 'quota Kraken' sul totale infettati è salita al 49,1%, rispetto al 37,2% della settimana scorsa e al 35,5% della precedente. XBB.1.5 appare oggi la variante più trasmissibile nel Paese. Quanto alle sottovarianti 'Cerberus' BQ.1 e BQ.1.1, hanno causato questa settimana il 40% dei nuovi contagi.
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi