Politica e Sanità

ago22018

Contratto dirigenza, Intersindacale chiede incontro a Grillo. Superare i punti critici

Un incontro sul rinnovo del contratto. Lo chiede l''Intersindacale della dirigenza medica, veterinaria e sanitaria in una lettera inviata al ministro della Salute, Giulia Grillo. «Gentile ministro, come le è noto, dopo nove anni di blocco - ricordano le sigle - si sta discutendo all'Aran il Ccnl 2016-2018 della dirigenza medica, veterinaria e sanitaria. La possibilità che la trattativa si concluda positivamente e dia al personale e alle aziende sanitarie nuova energia in ogni Regione dipende dal superamento positivo di alcuni punti critici».

Illustrandoli sinteticamente, i sindacati sottolineano alla Grillo che per questo ritengono «decisivo il suo interessamento, con la sua azione politica per sbloccare la trattativa all''Aran che procede solo sul piano tecnico, su aspetti che non hanno rilevanza economica. Una trattativa che dopo nove anni necessità quanto prima della completa disponibilità delle risorse indispensabili alla stipula di un contratto nazionale fondamentale per l'efficienza della sanità pubblica del Paese. Allo scopo di illustrarle compiutamente le necessità dal tavolo contrattuale della dirigenza medica, veterinaria a sanitaria, con la presente le chiediamo infine di consentirci un confronto diretto quanto prima le sarà possibile», concludono Anaao Assomed, Cimo, Aaroi-Emac, Fp Cgil medici e dirigenti Ssn, Fvm, Fassid (Aipac-Aupi-Simet-Sinafo-Snr), Cisl medici, Fesmed, Anpo Ascoti Fials medici, Coordinamento nazionale delle aree contrattuali medica, veterinaria e sanitaria Uil Fpl.
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community