Politica e Sanità

dic232017

Con il sì al Senato la manovra è legge. Nella notte firmato contratto statali

Con 140 sì e 97 no il governo ha incassato la fiducia del Senato sulla legge di bilancio, l'ultima della legislatura. Ora il testo è definitivamente legge. Pronto il commento del premier Gentiloni che in un tweet sottolinea come "Con risorse limitate, una spinta alla crescita. Il contratto degli statali firmato stanotte era atteso da un decennio. L'Italia merita fiducia", ha twittato il premier Gentiloni in riferimento all'approvazione della manovra e anche all'altra notizia di giornata, il rinnovo del contratto del Pubblico impiego. Nella notte, infatti dopo mesi di trattative è stato firmato l'accordo sul contratto degli statali per il triennio 2016-2018 che pone fine a un blocco durato otto anni. Sul fronte della manovra il presidente della Commissione Bilancio, Giorgio Tonini, ha spiegato che questa notte la Commissione ha concluso i lavori senza votare il mandato al relatore. "Sulla base di un accordo accettato da tutti i gruppi", ha riferito, "le opposizioni hanno rinunciato all'illustrazione, discussione e votazione degli emendamenti presentati, posto che era evidente che da parte della maggioranza e del governo, essendo in terza lettura, l'orientamento sarebbe stato di bocciare tutti gli emendamenti". La Commissione, ha aggiunto Tonini, "ha preferito concentrarsi su un pacchetto nutrito di ordini del giorno. Il governo, salvo pochi, ha accolto tutti gli ordini del giorno che lo impegnavano ad agire sul piano amministrativo".

Marco Malagutti
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community