Pianeta Farmaco

nov212022

Antibiotico resistenza, nuove raccomandazioni Aifa su terapia mirata. Ecco cosa prevedono

L'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha pubblicato le Raccomandazioni sulla terapia mirata delle infezioni resistenti, rivolte alla medicina territoriale e ospedaliera per favorire un uso ottimale degli antibiotici e prevenire il fenomeno dell'antibiotico-resistenza.

L'Aifa ha infatti pubblicato sul proprio portale due documenti, rivolti ai medici ospedalieri ("Terapia mirata delle infezioni causate da batteri Gram negativi resistenti a multipli antibiotici nei pazienti ospedalizzati") e ai medici di medicina generale ("Terapia mirata delle infezioni urinarie non complicate e complicate causate da batteri Gram negativi resistenti a multipli antibiotici per la Medicina Territoriale (incluse residenze sanitarie assistenziali)", con raccomandazioni specifiche per le infezioni più complesse da trattare, causate dai batteri considerati "critici" dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, con opzioni terapeutiche minime o senza alcuna opzione terapeutica.
Le raccomandazioni sono state elaborate dal Gruppo di lavoro multidisciplinare CTS AIFA-OPERA (Ottimizzazione della PrEscRizione Antibiotica), costituito nel 2021 per supportare l'Agenzia nella promozione dell'uso ottimale degli antibiotici.
"Sviluppate con un approccio ragionato e basato sulle più recenti evidenze scientifiche - spiega l'Aifa in una nota - le Raccomandazioni indicano gli antibiotici da privilegiare, differenziati in prima, seconda scelta e alternative, e il dosaggio e la via di somministrazione più appropriati e con il più basso rischio di selezione di batteri resistenti". Il fine, conclude l'Agenzia, è quello di "preservare l'efficacia sia degli antibiotici di uso convenzionale (approvati prima del 2010) sia delle molecole più recentemente immesse sul mercato e ridurre l'insorgenza delle resistenze".
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi