Pianeta Farmaco

gen82019

Aneurisma aortico, classe di antibiotici associata ad aumento del rischio

I fluorochinoloni, una potente classe di farmaci antibiotici, sono associati a un aumento del rischio di dissezione aortica e aneurisma, e vanno quindi utilizzati solo in casi di estrema necessità nelle persone a rischio di queste condizioni, secondo un avvertimento emesso dalla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti. L'avvertimento, basato su una revisione dei casi segnalati all'agenzia e su quattro studi osservazionali, si applica a tutti i fluorochinoloni sistemici.

«Sebbene il rischio di aneurisma o dissezione aortica sia basso, abbiamo osservato che in caso di assunzione di un fluorochinolone i pazienti hanno il doppio delle probabilità di sperimentare un aneurisma aortico o una dissezione aortica. Pensiamo quindi che negli individui che hanno un aneurisma aortico o sono a rischio per questo evento, i benefici non superino i rischi, e che sia necessario in questi casi prendere in considerazione un trattamento alternativo» spiega il commissario della FDA Scott Gottlieb. L'agenzia ha spiegato che le prove appaiono coerenti in più studi epidemiologici, nei quali si è visto un aumento di circa il doppio del rischio rispetto al rischio di base di aneurisma aortico o di dissezione. La FDA consiglia di non prescrivere i fluorochinoloni a pazienti con aneurisma aortico o a rischio per tale patologia, a meno che non ci siano altre opzioni. Tali pazienti includono gli anziani e quelli con malattia vascolare aterosclerotica periferica, ipertensione, sindrome di Marfan e sindrome di Ehlers-Danlos. Inoltre, si raccomanda di avvertire tutti i pazienti di consultare immediatamente un medico se sviluppano sintomi di aneurisma aortico e di interrompere i fluorochinoloni immediatamente se i pazienti presentano sintomi di aneurisma aortico o dissezione. «Per alcuni pazienti, i benefici dei fluorochinoloni possono continuare a superare i rischi in caso di trattamento di gravi infezioni batteriche, come polmonite o infezioni intra-addominali, ma ci sono rischi noti associati a questi potenti antibiotici che devono essere attentamente valutati quando si considera il loro uso» rimarca Gottlieb.

FDA - Drug Safety and Availability
https://www.fda.gov/Drugs/DrugSafety/ucm628753.htm
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community