Ormoni pancreatici

dic222010

GIK nel post-infarto nell’era della riperfusione: è cambiato qualche cosa?

Avendo come endpoint primario la mortalità per tutte le cause, un gruppo di ricercatori cinesi del Department of Cardiology del Beijing Chaoyang Hospital ha effettuato una meta-analisi di RCT per mettere a confronto due diversi approcci terapeutici nel...
transparent

nov52010

Precedente trattamento con sulaniluree ed outcomes cardio-vascolari dopo IMA

Poichè l’impatto clinico dell’utilizzo dei farmaci ipoglicemizzanti orali (IGO) sugli outcomes dei pazienti che sviluppano un Infarto Miocardico Acuto (IMA) è controverso, un numeroso gruppo multidisciplinare francese ha verificato...
transparent

set22010

Rischio di cancro e dosi di insulina e suoi analoghi Farmacologia

La possibilità che vi sia un'associazione tra cancro e le più alte dosi di insulina glargine suggerisce di prendere sempre in considerazione i dosaggi quando si valuta la possibile associazione tra l'insulina e i suoi analoghi con il cancro....
transparent

lug62010

Esiti positivi per insulina in formulazione inalatoria

Per evitare ritardi nella terapia insulinica causati dal fastidio suscitato dalla necessità di iniettare la sostanza, è stata sviluppata una formulazione di insulina in polvere da inalare (microsfere), attualmente oggetto di un programma di...
transparent

mag242010

Adattare Homa e Quicki ai bambini

Verificare l’opportunità di misurare la resistenza all’insulina, mediante due indici impiegati nella popolazione adulta, per lo più in indagini epidemiologiche, l’Homa (Homeostatic model assessment) e il Quicki (Quantitative...
transparent

gen282010

Shock settico, nessun vantaggio insulina intensiva

Endocrinologia Nessun vantaggio, in termini di mortalità ospedaliera, con terapia insulinica intensiva, rispetto alla convenzionale, in pazienti sottoposti a idrocortisone per il trattamento dello shock settico. Queste le conclusioni di uno studio...
transparent

mar52009

Diabete e infarto: insulina prandiale e basale alla pari

Endocrinologia-diabete Trattare i sopravvissuti diabetici ad un infarto miocardico con una strategia insulinica prandiale o basale porta agli stessi livelli di HbA1c, senza alcuna differenza nel rischio di eventi cardiovascolari. Fra i soggetti con diabete...
transparent

set22008

Tipo 2: insulina inalata e funzionalità polmonare

Endocrinologia-diabete La terapia con insulina umana per via inalatoria causa lievi cambiamenti nel FEV1, e l’aumento di peso da essa causato è inferiore rispetto a quanto osservato con l’uso della via sottocutanea nei pazienti con diabete...
transparent

mag82008

Le varianti dell'obesità e insulinoresistenza

Endocrinologia-obesità Sono state identificate varianti comuni adiacenti al gene MC4R che influenzano il rischio di obesità ed insulinoresistenza. Finora soltanto varianti comuni in un solo locus genetico erano state inequivocabilmente connesse...
transparent

apr22008

Tipo 2: glargine non inferiore alla lispro

Endocrinologia-diabete Nei pazienti con diabete di tipo 2 in cui la malattia non è ben controllata da agenti ipoglicemici, il trattamento con insulina glargine una volta al giorno non è inferiore a quello con insulina lispro tre volte al...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi