Oftalmopatia di Graves

Coronavirus, linee guida Usa aggiornate per gli oftalmologi

apr72020

Coronavirus, linee guida Usa aggiornate per gli oftalmologi

Sono state appena pubblicate, dall'American academy of ophthalmology (Aao), specifiche raccomandazioni per l' assistenza oftalmologica ai pazienti urgenti e non urgenti durante il periodo pandemico di Covid-19 . Questi i punti salienti: 1) A causa...
transparent

feb282018

Orbitopatia di Graves, tasso di risposta migliore quando al metilprednisolone si associa micofenolato

Le linee guida europee raccomandano il metilprednisolone per via endovenosa come trattamento di prima linea per l'orbitopatia di Graves attiva e severa; tuttavia, sono comuni per i pazienti una scarsa risposta o recidive dopo l'interruzione del trattamento....
transparent

set12016

Studio ATOR: i fattori di rischio per orbitopatia di Graves e quelli predittivi di neurite ottica

«Individuare i fattori di rischio esogeni e prevedere la probabilità di sviluppare l'orbitopatia di Graves (GO) in un'ampia coorte di pazienti affetti da ipertiroidismo da malattia di Graves (GD)». Così Silvia Caprioli e Alfonsina Chiefari...
transparent

apr202016

L’impiego prolungato a basse dosi di tireostatici nel trattamento del morbo di Basedow

La terapia dell'ipertiroidismo nel morbo di Basedow (MB) può utilizzare tre possibili opzioni: farmaci, tiroidectomia, iodio radioattivo (RAI). Il tipo di trattamento va individualizzato, valutando attentamente il rapporto rischio-beneficio delle...
transparent

lug242013

Anticorpi anti-recettore TSH: utilità clinica

Molto interessante una recente messa a punto che alcuni colleghi endocrinologi di tre prestigiose istituzioni sanitarie statunitensi (Thyroid Unit, General Hospital, Harvard Medical School, Boston; Division of Endocrinology, Mt Sinai School of Medicine;...
transparent

giu12011

Il selenio rallenta la progressione dell'orbitopatia di Graves

Nei pazienti con orbitopatia di Graves di grado lieve, la somministrazione di selenio migliora significativamente la qualità di vita, riduce il coinvolgimento oculare e rallenta la progressione della malattia. Lo dimostrano i risultati di un trial randomizzato,...
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi