Obesità

dic92010

Tre punti chiave per prevenire l’obesità

Strategie di comunicazione e di informazione sanitaria volte a migliorare la consapevolezza della popolazione riguardo ai benefici di un’alimentazione sana e di una regolare attività fisica. Misure fiscali per determinare l’aumento dei prezzi dei cibi...
transparent

nov52010

Obesità, miglioramenti pressori dopo calo ponderale

L’obesità e l’ipertensione sono tra i maggiori fattori di rischio cardiovascolare e frequentemente coesistono, raggiungendo percentuali del 34-65% a seconda del grado di obesità. Nel 2005 il 23% della popolazione adulta era iperteso...
transparent

set302010

Fattori antropometrici associati al rischio di adenoma colorettale

Uno studio francese suggerisce che obesità e acquisizione di peso corporeo siano associati nelle donne a carcinogenesi precoce colorettale, in modo particolare a livello del colon distale. L'indagine è stata effettuata su 17.391 donne del...
transparent

set272010

Sovrappeso e obesità a rischio diabete, a prescindere

Gli uomini obesi o in sovrappeso ma non affetti da sindrome metabolica (MetS) sono da considerare ad aumentato rischio di sviluppare diabete. E, secondo Johan Arnl�v e collaboratori del dipartimento di Salute pubblica e scienze assisenziali/Geriatria...
transparent

set172010

L'attività fisica contrasta predisposizione genetica all'obesità Genetica

Uno stile di vita attivo sul piano fisico si associa a una riduzione del 40% della predisposizione genetica per l'obesità comune. Il dato emerge sulla base delle stime effettuate in base al numero degli alleli di 12 loci genetici recentemente identificati...
transparent

set162010

Frequenza cardiaca predice obesità in giovani ipertesi

In soggetti giovani sottoposti a screening per ipertensione di stadio 1, la frequenza cardiaca (Hr) a riposo e le sue modificazioni registrate nel corso dei follow-up costituiscono fattori predittivi indipendenti di aumento successivo del peso corporeo...
transparent

set92010

Sibutramina aumenta il rischio di infarto e ictus non fatali

I pazienti in sovrappeso od obesi con preesistenti problemi cardiovascolari e sottoposti a trattamento a lungo termine con sibutramina presentano un accresciuto rischio di infarto miocardico non fatale e di ictus non fatale, ma non di morte cardiovascolare...
transparent

set12010

Girovita e mortalità per tutte le cause nella popolazione over-49

Scienza dell'alimentazione Nuovi dati enfatizzano l'importanza del valore del girovita (Wc) come fattore di rischio di mortalità nella popolazione anziana, indipendentemente dall'indice di massa corporea (Bmi). Lo studio, firmato da Eric Jacobs...
transparent

ago272010

Naltrexone/bupropione combinazione anti-obesità

Una combinazione a rilascio sostenuto di naltrexone più buproprione potrebbe rivelarsi un'utile opzione terapeutica per il trattamento dell'obesità. Lo suggerisce lo studio randomizzato, in doppio cieco, placebo controllato di fase 3 Contrave...
transparent

lug282010

Peso materno determina outcome della gravidanza Ginelcologia

Le donne in gravidanza obese e in sovrappeso sono esposte a un aumento dei rischi di nascita pretermine e di nascita pretermine indotta. Inoltre, dopo aver preso in considerazione il publication bias, si nota un aumento dei rischi di nascita pretermine...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi