dallo speciale Nutrizione33

gen142021

Clinica

Fibre alimentari, minor rischio di depressione in premenopausa. Il ruolo dell’interazione intestino-cervello

Il consumo di fibre , già raccomandato come parte di una dieta sana, potrebbe essere associato a un minor rischio di depressione tra le donne in premenopausa . A suggerirlo è uno studio recentemente pubblicato su Menopause che ha coinvolto...
transparent

gen142021

Clinica

Maggior consumo di latte della madre, minor rischio di allergie dei figli

Secondo uno studio pubblicato su Nutrients, i figli di madri che consumano più latte vaccino e suoi derivati durante l'allattamento hanno un rischio ridotto di allergie alimentari a un anno. Per gli autori i risultati dello studio, che non...
transparent

gen142021

Clinica

Malattie croniche, la presenza di grasso bruno si associa a una riduzione del rischio

Da uno studio pubblicato su Nature Medicine emerge un'associazione inversa tra quantità rilevabili di grasso bruno e rischio di patologie cardiache e metaboliche che vanno dal diabete di tipo 2 alla malattia coronarica. «A differenza di quello...
transparent

gen142021

Clinica

Sintomi di asma infantile, osservata un’associazione con il consumo di carne

Secondo quanto conclude uno studio su Thorax esiste un'associazione significativa tra consumo di carne e aumento del rischio di respiro sibilante nei bambini. In particolare, i responsabili dell'associazione sono i composti pro-infiammatori chiamati...
transparent

dic102020

Clinica

La dieta mediterranea allunga la vita. Uno studio italiano spiega perché

Si vive più a lungo grazie alla dieta mediterranea . A suggerirlo è un recente studio tutto italiano che ha coinvolto oltre 5.000 persone pugliesi, precisamente di Castellana Grotte e Putignano. Che la dieta mediterranea portasse diversi...
transparent

dic102020

Clinica

Alimenti vegetali al posto della carne rossa. Un beneficio per la salut

Sembra che sostituire la carne rossa nella propria alimentazione con cibi vegetali quali legumi, frutta secca o soia riduca il rischio di coronaropatia (Chd). Ma anche consumare cereali integrali o derivati del latte al posto della carne rossa totale,...
transparent

dic102020

Clinica

Allergia alle arachidi, l’immunoterapia orale protegge dalle esposizioni accidentali

Uno studio pubblicato sul Journal of Allergy and Clinical Immunology: In Practice è il primo a dimostrare nella vita reale al di fuori da studi clinici, che l'esposizione regolare a piccole dosi di allergene (in questo caso noccioline) riduce...
transparent

dic102020

Clinica

Il supporto comportamentale aiuta gli anoressici a tollerare rapidi aumenti di peso

Da uno studio pubblicato sull'International Journal of Eating Disorders emerge che gran parte dei pazienti con anoressia nervosa non solo tollera un rapido aumento di peso come parte del trattamento, ma raggiunge l'obiettivo nell'arco di settimane anziché...
transparent

nov252020

Clinica

Le etichette aiutano a fare scelte sane ma non devono essere troppo dettagliate

Alcune indicazioni presenti in etichetta sulle confezioni dei prodotti alimentari possono aiutare i consumatori a compiere scelte salutari. Ne è un esempio il simbolo della scelta più sana (Healthier Choice Symbol o Hcs), il quale però...
transparent

nov252020

Pianeta Farmaco

Vitamine A, E e D riducono i disturbi respiratori. Ecco come

L'apporto di vitamina A , E , e D potrebbe associarsi a minori disturbi respiratori . A dirlo è uno studio osservazionale pubblicato su BMJ Nutrition Prevention & Health, in base al quale l'associazione è stata riscontratata con...
transparent

nov252020

Clinica

Sindrome metabolica, un ridotto consumo di latticini può essere di aiuto

Uno studio pubblicato sull'American Journal of Clinical Nutrition firmato da un team di ricercatori del Fred Hutchinson Cancer Research Center suggerisce che un ridotto consumo di latticini potrebbe giovare alle persone con sindrome metabolica . Spiega...
transparent

nov252020

Clinica

Gusto dolce, apporto energetico e regolazione di fame e sazietà. Ecco il rapporto

Da un articolo sulla rivista Nutrients emerge che il lattisolo , una sostanza che si lega a una subunità del recettore del gusto dolce riducendone la percezione, aumenta l'apporto energetico e diminuisce sia la concentrazione plasmatica di serotonina...
transparent


transparent
 
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>