dallo speciale Nutrizione33

feb122020

Clinica

Il consumo di sale non modifica il fabbisogno metabolico. Lo studio

Uno studio appena pubblicato su Hypertension e firmato da Stephen Juraschek , professore associato di medicina al Beth Israel Deaconess Medical Center (BIDMC) e colleghi, dimostra che la riduzione dell'apporto di sodio negli adulti ipertesi diminuisce...
transparent

feb122020

Clinica

Con i disturbi alimentari aumenta il rischio di dipendenza da esercizio fisico

Secondo un nuovo studio, la dipendenza da esercizio fisico è quasi quattro volte più comune tra le persone con un disturbo alimentare. Che gli individui con questo tipo di problema avessero maggiori probabilità di manifestare personalità...
transparent

feb122020

Clinica

Malattie cardiovascolari, il consumo di uova non nuoce alla salute

Sembra chiaro, mangiare un uovo al giorno non fa male alla salute del cuore. A suggerirlo è un'analisi di 3 diversi studi internazionali a lungo termine condotti in 50 paesi in 6 continenti, i cui risultati sono stati pubblicati sull'American Journal...
transparent

feb122020

Clinica

Intestino irritabile, il consumo di un’alga migliora i sintomi

In uno studio pubblicato sul Journal of Functional Foods, i ricercatori dell'Università di California a San Diego hanno dimostrato che il consumo dell'alga Chlamydomonas reinhardtii migliora i sintomi dell'intestino irritabile (IBS) tra cui diarrea,...
transparent

gen292020

Clinica

Le noci proteggono l'intestino e riducono il rischio di cardiopatie

Da uno studio randomizzato e controllato appena pubblicato sul Journal of Nutrition, prima autrice Alyssa Tindall del Dipartimento di scienze nutrizionali alla Pennsylvania State University, emerge che consumare giornalmente una certa quantità...
transparent

gen292020

Clinica

L’approvvigionamento di cibo è cambiato negli anni. Ecco le conseguenze

È un dato di fatto che gli avvenimenti dell'ultimo mezzo secolo, tra cui urbanizzazione e progressi tecnologici nei settori dell'agricoltura e della produzione di cibo, abbiano portato a profondi cambiamenti nei sistemi alimentari, rendendoli sempre più...
transparent

gen292020

Clinica

Mortalità ridotta con diete a basso contenuto di carboidrati o grassi dipende dalla qualità alimentare

Secondo un nuovo studio pubblicato su Jama Internal Medicine, le associazioni di diete a basso contenuto di carboidrati (LCD) e a basso contenuto di grassi (LFD) con la mortalità possono dipendere dalla qualità e dalle fonti alimentari dei...
transparent

gen292020

Clinica

L’integrazione con olio di pesce migliora la fertilità negli uomini

Aggiungere alla dieta un integratore a base di olio di pesce nei maschi giovani e in buona salute potrebbe migliorarne la qualità del seme e aumentare i livelli di ormoni riproduttivi. A suggerirlo è uno studio pubblicato su JAMA, il periodico...
transparent

gen152020

Clinica

Psicobiotici, i probiotici che aiutano il sonno e migliorano l’umore

Da uno studio pubblicato su Frontiers in Behavioral Neuroscience, svolto dai ricercatori dell'Università del Colorado in collaborazione con i colleghi della School Medicine della Università di California e del Mead Johnson Nutrition di Evansville,...
transparent

gen152020

Clinica

La dieta influisce rapidamente sulla motilità degli spermatozoi

Sembra che la motilità degli spermatozoi possa essere modificata dalla dieta e che questo avvenga rapidamente. «Vediamo che la dieta influenza la motilità degli spermatozoi e possiamo collegare i cambiamenti a molecole specifiche. Il nostro...
transparent

gen152020

Clinica

Il digiuno intermittente come parte di uno stile di vita sano

Secondo i dati di una review pubblicata su New England Journal of Medicine, il digiuno intermittente può apportare diversi benefici alla salute, nonostante i meccanismi non siano del tutto chiari. Lo studio esamina dati ottenuti sull'uomo e sugli...
transparent

gen152020

Clinica

Obesità, nell’infanzia il consumo di latte intero si associa a una riduzione del rischio

Una revisione sistematica con metanalisi svolta dai ricercatori dell'Ospedale Unity Health di St. Michael a Toronto suggerisce che nella fascia di età tra 1 e 18 anni bere latte intero riduce del 40% le probabilità di essere obesi o sovrappeso...
transparent


transparent
 
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community