Nascita a termine

Punti nascita, Smi: in Sicilia sette strutture ancora aperte nonostante assenza di requisiti

feb202017

Punti nascita, Smi: in Sicilia sette strutture ancora aperte nonostante assenza di requisiti

A distanza di un anno dal rapporto del Ministero della Salute che indicava le 13 strutture siciliane che non raggiungevano i requisiti minimi per continuare a operare, il 50% sono ancora aperte, per chiara responsabilità della Regione e per evidenti...
transparent

giu102016

Rispetto ai nati a termine chi nasce in ritardo ha migliori funzioni cognitive

Una migliore funzione cognitiva misurata in base al rendimento scolastico è più frequente nei bambini nati in ritardo, ossia alla 41ma settimana di gestazione rispetto a chi è venuto al mondo dopo un parto a termine. Chi nasce in...
transparent
Terapia intensiva neonatale: aumentano i ricoveri di bambini normopeso e a termine

lug282015

Terapia intensiva neonatale: aumentano i ricoveri di bambini normopeso e a termine

Nelle unità di terapia intensiva neonatale (Nicu) statunitensi aumentano i tassi di ricovero per tutti i neonati in modo indipendente dal peso. Cosa che solleva dubbi sul possibile uso eccessivo di questo tipo di cure, altamente specializzate e...
transparent

apr302015

Cesareo programmato opzione migliore con presentazione podalica a termine

In caso di presentazione podalica, il parto cesareo programmato si associa a un minor numero di complicanze rispetto a quello vaginale oppure al cesareo in travaglio. Questi, almeno sono i risultati di due studi, uno su 52.671 nascite podaliche e l'altro...
transparent
Trojano (Aogoi), meno punti nascite ma di eccellenza

feb252015

Trojano (Aogoi), meno punti nascite ma di eccellenza

Il 29% dei punti nascita in Italia è fuori standard. La mortalità infantile al Sud è maggiore del 30%, oltre 1 parto su 3 con taglio cesareo, l'8% delle neo-mamme ha 40 anni e più, 280 le mamme over 50. Sono i dati contenuti...
transparent
Istat, calano le nascite. Numeri più bassi dall’Unità d’Italia

feb122015

Istat, calano le nascite. Numeri più bassi dall’Unità d’Italia

Cinquemila neonati in meno nel 2014 rispetto all'anno precedente e circa 4 mila morti in meno. È il quadro demografico tracciato dall'Istat in un rapporto in cui sono stimati gli andamenti nel 2014 e in cui si sottolinea che il tasso di natalità...
transparent
Punti nascita sotto soglia di sicurezza. Troiano (Aogoi): non chiuderli ma trasformarli

ott222014

Punti nascita sotto soglia di sicurezza. Troiano (Aogoi): non chiuderli ma trasformarli

Sono ancora 133 su 521 i punti nascita in Italia che effettuano meno di 500 parti l'anno: è uno dei dati che emergono dal Programma nazionale esiti 2014, sviluppato dall’Agenas per conto del ministero della Salute, presentato lunedì a Roma. Come spiega...
transparent
Parto a domicilio? No della Sigo: è essenziale un ambiente protetto

mag162014

Parto a domicilio? No della Sigo: è essenziale un ambiente protetto

Le donne che hanno avuto una gravidanza regolare, dal secondo parto in poi, possono scegliere di partorire in casa o in strutture dove sono presenti solo ostetriche: il consiglio, formulato dal National institute for health and clinical excellence (Nice),...
transparent
Nati a termine: rischi e differenze

ott22013

Nati a termine: rischi e differenze

Rispetto ai nati fra 39 e 41 settimane di gestazione, nei neonati di 37 o 38 settimane aumenta la morbilità, con ricoveri più frequente nelle terapie intensive neonatali (Tin) o nei servizi di neonatologia. Lo afferma uno studio su Jama Pediatrics condotto...
transparent

gen212013

Troppi cesarei in Italia, e il 43% è ingiustificato

In Italia, il 29,3% dei primi parti è eseguito con taglio cesareo, ma nel 43% dei casi l’indicazione è ingiustificata. Un dato «preoccupante», secondo Renato Balduzzi, che è emerso dall'indagine nazionale sulla appropriatezza del ricorso al cesareo
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>