Movimento

giu182010

Recupero dell’afasia subordinato alla gravità dell’ictus

Come per il recupero delle funzioni motorie, dopo l'ictus esiste una relazione altamente predittivo e proporzionale in natura tra il miglioramento dell'afasia e la compromissione iniziale. Lo suggerisce un'indagine effettuata da Ronald Lazar e collaboratori...
transparent

gen82009

Per una migliore attività fisica femminile

Igiene e medicina preventiva-stili di vita e fattori di rischio L’insegnamento di tecniche di autoregolazione a pazienti di sesso femminile durante sessioni informative potrebbe migliorarne il livello di attività fisica. Uno stile di vita fisicamente...
transparent

set142008

Obesità: attività fisica contro i rischi

Scienze dell’alimentazione-obesità I soggetti portatori di mutazioni genetiche associate ad un elevato BMI potrebbero ovviare all’aumento dei rischi connesso all’obesità tramite l’attività fisica. Comuni varianti...
transparent

set122008

Attività fisica come marcatore

Se parametri utili per valutare il rischio cardiovascolare, come la presenza di diabete, necessitano di una valutazione oggettiva con misurazioni strumentali, per valutare l’attività fisica basta chiedere al paziente L’attività fisica...
transparent

set22008

Ictus: utile esercizio su nastro rotante

Neurologia-vasculopatie cerebrali I sopravissuti ad ictus con danni permanenti della mobilità potrebbero trarre beneficio da un piano di riabilitazione basato sull’uso del nastro rotante: vi sono infatti prove di meccanismi neuroplastici che...
transparent

feb262008

BPCO, esercizio una gamba per volta

Pneumologia-BPCO Esercitare una gamba per volta migliora la capacità aerobica più che farlo con entrambe le gambe insieme nei pazienti con BPCO stabile. Ciò potrebbe costituire un approccio innovativo per consentire ai pazienti con gravi...
transparent

gen272008

Forma fisica associata a riduzione mortalità

Igiene e medicina preventiva-stiei di vita e fattori di rischio Uno dei più grandi studi che abbiano mai connesso la capacità d’esercizio al rischio di mortalità dovrebbe motivare i medici a prestare attenzione alla capacità...
transparent

gen102008

L’adolescente attivo evita l’obesità

Mdicina dello sport-dieta ed alimentazione Le attività fisiche scolastiche ed extracurricolari a cui gli adolescenti partecipano almeno due volte alla settimana risultano efficaci nella prevenzione dello sviluppo dell’eccesso di peso in età...
transparent

dic132007

Attività fisica diminuisce rischio mortalità

Igiene e medicina preventiva-stile di vita e fattori di rischio Effettuare attività fisica almeno tre ore alla settimana è associato ad una diminuzione del 27 percento nel rischio di mortalità. Attualmente si raccomandano 30 minuti di...
transparent

ott172007

Inutile l’attività fisica per il Ca mammario

Oncologia-mammella Ne’ l’esercizio di resistenza ne’ quello aerobio migliorano significativamente la qualità della vita oncospecifica nelle pazienti che ricevono chemioterapia adiuvante per tumore mammario. I programmi d’esercizio...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>