Mortalità

dic142010

Rischio exitus da chili in eccesso: conferma sulle donne

Dall’analisi dettagliata di 19 studi prospettici che hanno coinvolto un totale di 1,46 milioni di persone (solo caucasici, età mediana: 58 anni) e il cui obiettivo era verificare il rapporto tra indice di massa corporea (Bmi) e mortalità, emerge che negli...
transparent

nov52010

Precedente trattamento con sulaniluree ed outcomes cardio-vascolari dopo IMA

Poichè l’impatto clinico dell’utilizzo dei farmaci ipoglicemizzanti orali (IGO) sugli outcomes dei pazienti che sviluppano un Infarto Miocardico Acuto (IMA) è controverso, un numeroso gruppo multidisciplinare francese ha verificato...
transparent

ott262010

Frequenza cardiaca a riposo marker di rischio solo nei diabetici

Nei pazienti con malattia coronarica stabile esiste un’associazione tra frequenza cardiaca a riposo (elemento predittivo indipendente di morte cardiovascolare e per tutte le cause) ed eventi cardiovascolari soltanto nei soggetti affetti da diabete...
transparent

set172010

Nefrectomia laparoscopica o in aperto si equivalgono

In base ai risultati di una multicentrica coreana, nei pazienti con carcinoma a cellule renali di stadio pT1-T2 la nefrectomia radicale laparoscopica (Lrn) garantisce outcome di sopravvivenza equivalenti a quelli della nefrectomia radicale in aperto (Orn)....
transparent

set142010

Ca pancreas: pari sopravvivenza con le due chemio standard

Nei pazienti sottoposti a resezione completa del cancro del pancreas, la gemcitabina in adiuvante non migliora la sopravvivenza globale rispetto all'impiego di fluorouracile e acido folinico. Questo il verdetto di uno studio in aperto di fase 3 randomizzato...
transparent

set92010

Sibutramina aumenta il rischio di infarto e ictus non fatali

I pazienti in sovrappeso od obesi con preesistenti problemi cardiovascolari e sottoposti a trattamento a lungo termine con sibutramina presentano un accresciuto rischio di infarto miocardico non fatale e di ictus non fatale, ma non di morte cardiovascolare...
transparent

giu252010

Sclerosi sistemica: le principali cause di morte

Fibrosi polmonare, ipertensione arteriosa polmonare (Pah) e problemi cardiologici quali scompenso cardiaco e aritmie: sono queste, nella maggior parte dei casi, le cause di morte delle persone affette da sclerosi sistemica (Ssc). Lo ha stabilito uno studio,...
transparent

giu172010

Emorragie digestive e morte: predittivo lo score italiano

Uno score italiano in dieci punti per la predizione di morte è stato validato con successo in una popolazione indipendente di pazienti con sanguinamento non varicoso del tratto gastrointestinale superiore (Ugib). Le prestazioni dello score del Progetto...
transparent

giu112010

Anticoagulazione precoce per embolia polmonare acuta

Cardiologia Nei pazienti colpiti da embolia polmonare acuta (Pe) si riscontra un’associazione lineare tra precocità di somministrazione della terapia anticoagulante e ridotta mortalità. è la conclusione di una ricerca condotta alla...
transparent

mag102010

La mortalità infantile in Italia non è sopra la media

Secondo quanto riportato da Sanità News, nel numero del 4 marzo, la mortalità neonatale sarebbe in Italia dell’11-13% rispetto al 2,3% in Europa. «Secondo questo scritto, saremmo un Paese allo sfascio, con una mortalità neonatale...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>