Medicina Interna

feb72020

Rischio cardiovascolare, nuove prove di un legame con il consumo di carne

Mangiare due porzioni di carne rossa, carne lavorata o pollame, ma non di pesce, alla settimana sarebbe legato a un aumento del rischio del 3-7% di malattie cardiovascolari, mentre assumere due porzioni di carne rossa o di carne lavorata, ma non di pollame...
transparent

gen272020

Tubercolosi: la diagnosi precoce si fa analizzando le sue firme geniche nel sangue

Un esame del sangue potrebbe prevedere l'insorgenza della tubercolosi (TB) da tre a sei mesi prima dell'esordio della malattia, secondo quanto conclude uno studio pubblicato su The Lancet Respiratory Medicine in cui i ricercatori hanno cercato di identificare...
transparent

gen272020

Tra i sopravvissuti al cancro in età pediatrica è in calo il rischio di malattie cardiache

Dagli anni '70 in poi si è assistito a un calo significativo nell'incidenza di gravi cardiopatie tra i sopravvissuti alle neoplasie infantili. Ecco, in sintesi, le conclusioni di uno studio appena pubblicato sul BMJ e firmato dai ricercatori del...
transparent

gen272020

Osteoporosi, farmaci a confronto sul rischio di infezione

Denosumab, un farmaco utilizzato per il trattamento dell'osteoporosi, è associato a una maggiore incidenza di infezioni gravi rispetto al placebo, tuttavia il rischio è simile a quello osservato con i farmaci comparatori, secondo una revisione...
transparent

gen272020

Sorveglianza sanitaria, dati migliorano grazie ai dispositivi indossabili

Uno studio pubblicato su Lancet Digital Health ha mostrato che i dati sulla frequenza cardiaca a riposo e sul sonno raccolti da dispositivi indossabili e anonimizzati possono fornire più rapidamente informazioni sullo stato della situazione e sull'andamento...
transparent

gen272020

Ulcera da stress, studio definisce profilassi più sicura in terapia intensiva

Lo studio multicentrico internazionale PEPTIC, di recente presentato al Critical Care Reviews Meeting 2020 svoltosi il 16 e 17 gennaio a Belfast e pubblicato in contemporanea su JAMA, non è riuscito a chiarire in modo definitivo quale sia la profilassi...
transparent

gen132020

Carcinoma mammario e chemioterapia: l'obesità è un fattore di rischio per la cardiotossicità

Nel trattamento del cancro al seno le antracicline e i composti di nuova generazione come il trastuzumab restano una pietra miliare, sebbene entrambi siano causa di cardiopatie. «Dati recenti suggeriscono che il sovrappeso e l'obesità aumentano...
transparent

gen132020

Agopuntura e digitopressione si associano a un miglioramento del dolore oncologico

Secondo una meta-analisi su JAMA Oncology, l'agopuntura e la digitopressione correlano sia con un significativo miglioramento del dolore da cancro sia con una riduzione del fabbisogno di analgesici. «Sette studi randomizzati di confronto tra agopuntura...
transparent

gen132020

Carcinoma del retto, la presenza di DNA circolante dopo il trattamento si associa a scarsa risposta

Uno studio pubblicato su Clinical Cancer Research, periodico dell'American Association for Cancer Research (AACR) conclude che il riscontro di DNA tumorale circolante (ctDNA), DNA frammentato derivato dal tumore dopo chemio-radioterapia neoadiuvante (pre-operatoria)...
transparent

gen132020

Cure palliative, negli Usa aumentano i pazienti che ne beneficiano

Negli ultimi anni i team di cure palliative di ospedali statunitensi non si stanno occupando solo di pazienti oncologici e hanno visto aumentare la percentuale di persone che vengono dimesse. Inoltre i pazienti cominciano il percorso di cure all'inizio...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>