Medicina Interna

dic62018

Tromboembolismo venoso in pazienti oncologici sotto chemioterapia: apixaban offre buoni risultati

Apixaban, un farmaco anticoagulante orale diretto, potrebbe essere utile nel prevenire il tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti oncologici ad alto rischio sottoposti a chemioterapia, secondo uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine....
transparent

dic62018

Nel Regno Unito la mortalità per malattie respiratorie è ancora alta nonostante il calo del fumo

I tassi di mortalità per malattie respiratorie sono più elevati nel Regno Unito rispetto a paesi simili in Europa, Nord America e Australia, secondo uno studio pubblicato sul British Medical Journal. «Abbiamo voluto valutare se, essendo...
transparent

dic62018

PS, inviare i pazienti con bisogni lievi a strutture diverse non diminuisce carico di lavoro

Secondo uno studio pubblicato sull'Emergency Medicine Journal, non vi sono prove di buona qualità a supporto del fatto che reindirizzare i pazienti a forme di assistenza diverse dal pronto soccorso (PS) sia utile per evitare il sovraffollamento...
transparent

dic62018

Sindrome intestino irritabile, l’ipnoterapia non ha effetto sui sintomi, ma migliora percezione

L'ipnoterapia è stata in grado di migliorare in maniera significativa la percezione di alcuni sintomi dei pazienti affetti da sindrome dell'intestino irritabile (IBS), meglio di quanto abbia fatto la terapia di supporto educativo a livello di cure...
transparent

nov272018

Apnea sonno, carico ipossico è parametro idoneo a misurare il rischio cardiovascolare

Una nuova analisi di due ampi studi di coorte pubblicata sull'European Heart Journal suggerisce che il carico ipossico sia un predittore migliore della mortalità cardiovascolare nei pazienti con apnea del sonno rispetto all'indice apnea-ipopnea...
transparent

nov272018

Screening per ipogammaglobulinemia necessario nei pazienti che assumono anticorpo monoclonale

I pazienti in terapia con l'anticorpo monoclonale rituximab devono essere sottoposti a screening per ipogammaglobulinemia prima e dopo la somministrazione del farmaco, a causa del rischio di ipogammaglobulinemia prolungata e infezioni associate, secondo...
transparent

nov272018

Subire bullismo e violenza sul lavoro aumenterebbe il rischio di malattie cardiovascolari

Le vittime di bullismo o violenza sul posto di lavoro hanno un rischio più elevato di problemi cardiovascolari e cerebrali, secondo il più ampio studio presentato fin ora sull'argomento e pubblicato sull'European Heart Journal. I ricercatori...
transparent

nov272018

L’obesità accorcia la vita, nuovo studio aggiunge una prova

Uno studio pubblicato su JAMA Network Open che per 24 anni ha monitorato peso e sopravvivenza di oltre 6.000 americani conferma che i troppi chili in eccesso possono portare a un decesso precoce. «In altri termini l'obesità, ma non il sovrappeso,...
transparent

nov272018

Demenza principale causa di morte negli anziani con sindrome di Down

Nel 70% degli adulti con sindrome di Down oltre i 35 anni, la demenza rappresenta la principale causa di morte, secondo uno studio prospettico longitudinale pubblicato su JAMA Neurology e coordinato da Rosalyn Hithersay del King's College di Londra. «Ma...
transparent

nov272018

Demenza, formazione personale e meno farmaci per ridurre i danni ai pazienti

Migliorare la formazione del personale nelle case di cura e formare i medici affinché riducano l'utilizzo di farmaci dannosi tramite un programma chiamato Wellbeing and Health for people with Dementia (WHELD) potrebbe far risparmiare migliaia di...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community