Medicina Interna

mar72019

Gli studi confermano efficacia di teriparatide nel ridurre i tassi di fratture

Dopo quelle ottenute nell'ambito dei trial clinici randomizzati, ulteriori conferme dell'efficacia di teriparatide nel ridurre i tassi di frattura nei pazienti con osteoporosi arrivano da studi condotti nella vita reale. Particolarmente rilevanti sono...
transparent

feb252019

Sepsi in ospedale, una delle principali cause di mortalità

La sepsi è una delle principali cause di morte negli ospedali statunitensi, ed è improbabile che la maggior parte di questi decessi sia prevenibile attraverso una migliore cura ospedaliera, secondo uno studio pubblicato su JAMA Network Open....
transparent

feb252019

Fibrillazione atriale, screening in discussione. Ecco il punto del Bmj

Sul British Medical Journal si è discusso dell'opportunità o meno di sottoporre le persone a screening per la fibrillazione atriale per prevenire l'ictus. «La prevalenza di questa patologia è in continua crescita, ed è associata...
transparent

feb252019

Le bevande con dolcificanti artificiali aumentano il rischio cardiovascolare al femminile

Secondo uno studio pubblicato su Stroke, le persone che consumano molte bevande che contengono dolcificanti artificiali hanno avuto un rischio aumentato di ictus, coronaropatia e mortalità per tutte le cause. «Molte persone, specialmente quelle...
transparent

feb252019

Epatite C cronica, antivirali ad azione diretta per ridurre il rischio di morte e carcinoma epatocellulare

Gli antivirali ad azione diretta utilizzati per trattare l'infezione da virus dell'epatite C cronica (HCV) sarebbero alla base, secondo uno studio osservazionale pubblicato su Lancet, di una diminuzione della mortalità e del successivo sviluppo...
transparent

feb252019

Dalla letteratura un aiuto per la scelta della migliore terapia per i tumori neuroendocrini

Un ampio confronto di tutti i farmaci usati per il trattamento dei tumori neuroendocrini è stato pubblicato su JAMA Oncology, grazie all'impegno dei ricercatori di alcune cliniche universitarie svizzere in collaborazione con Cochrane e la McMaster...
transparent

feb112019

Statine negli anziani, il rischio cardiovascolare si abbassa in tutte le fasce di età

La terapia con statine riduce il rischio di malattie cardiovascolari nelle persone anziane, secondo uno studio pubblicato su Lancet. «La terapia con le statine ha dimostrato di prevenire le malattie cardiovascolari in una vasta gamma di persone, ma c'era...
transparent

feb112019

Consolidamento vertebrale nelle fratture delle vertebre: le prove non supportano la procedura

L'uso di routine dell'augmentation vertebrale nel trattamento dei pazienti con fratture delle vertebre non è supportato da prove sufficienti, secondo un rapporto pubblicato sul Journal of Bone and Mineral Research da una task force incaricata dalla...
transparent

feb112019

Demenza, abbassare la pressione in maniera più intensiva non riduce il rischio

Controllare in maniera molto rigida la pressione arteriosa non riduce il rischio di demenza in maniera significativa rispetto a un controllo standard, secondo i risultati di uno studio pubblicato su JAMA. «Attualmente non esistono trattamenti che possano...
transparent

feb112019

La levodopa inalabile può aiutare i pazienti con Parkinson nei periodi “off”

Il medicinale CVT-301, ovvero levodopa sotto forma di polvere per inalazione, può migliorare i punteggi motori dei pazienti con malattia di Parkinson durante i periodi "off", con pochi eventi avversi gravi. «Visti i risultati per la levodopa orale,...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community