Medicina Interna

Covid-19, nei pazienti sottoposti a chirurgia aumenta il rischio di morte nel post-operatorio

giu82020

Covid-19, nei pazienti sottoposti a chirurgia aumenta il rischio di morte nel post-operatorio

I pazienti operati dopo aver contratto l'infezione da coronavirus sono ad aumentato rischio di decesso post-operatorio secondo uno studio su The Lancet, da cui emerge che tra i soggetti contagiati dal Sars-CoV-2 e sottoposti a chirurgia i tassi di mortalità...
transparent
Diabete 1, durante il lockdown migliore controllo della glicemia

giu82020

Diabete 1, durante il lockdown migliore controllo della glicemia

Due studi condotti su adulti con diabete di tipo 1 , uno in Italia l'altro in Spagna, sono giunti a una conclusione simile: durante la quarantena dovuta a Covid-19 sembra che questi pazienti, che hanno utilizzato dispositivi per il monitoraggio del...
transparent
Nei casi gravi di Covid-19 si osserva un blocco completo della fibrinolisi

giu82020

Nei casi gravi di Covid-19 si osserva un blocco completo della fibrinolisi

Da uno studio sul Journal of American College of Surgeons emerge che l'infezione da Covid-19 causa non solo ipercoagulabilità, ma anche una sorta di arresto della fibrinolisi che aumenta in modo significativo il rischio di tromboembolia venosa...
transparent
L’apatia nella demenza di tipo Alzheimer non migliora con il bupropione

giu82020

L’apatia nella demenza di tipo Alzheimer non migliora con il bupropione

Nei pazienti con demenza di tipo Alzheimer (Dat) e senza umore depresso, il bupropione, sebbene sicuro, non riduce l'apatia rispetto al placebo. A dirlo è uno studio pubblicato su Jama Network Open. Come spiegano Franziska Maier , dell'University...
transparent
L’ipertensione da iperaldosteronismo primitivo è più comune di quanto si pensi

giu82020

L’ipertensione da iperaldosteronismo primitivo è più comune di quanto si pensi

Un iperaldosteronismo primitivo (Pa) potrebbe essere la causa principale di ipertensione nel 16-22% dei casi, secondo uno studio su Annals of Internal Medicine firmato dai ricercatori di quattro centri statunitensi che hanno analizzato una coorte...
transparent
Infezione da Covid-19, punteggio di rischio prevede evoluzione clinica. Ecco come funziona

mag252020

Infezione da Covid-19, punteggio di rischio prevede evoluzione clinica. Ecco come funziona

Quali caratteristiche epidemiologiche e cliniche si associano a una evoluzione clinica gravemente sfavorevole nei pazienti ricoverati con malattia da Covid-19? Queste caratteristiche possono essere usate per prevedere chi avrà bisogno di un ricovero...
transparent
Malattie infiammatorie intestinali e Covid-19, ecco i fattori che aumentano il rischio di complicanze

mag252020

Malattie infiammatorie intestinali e Covid-19, ecco i fattori che aumentano il rischio di complicanze

In uno studio pubblicato su Gastroenterology i ricercatori della Icahn School of Medicine di Mount Sinai e della University of North Carolina School of Medicine descrivono il decorso clinico dell'infezione da Sars-CoV-2 e i fattori che aumentano il rischio...
transparent
Covid-19, per i trapianti di cuore rischio complicazioni. Ecco quali

mag252020

Covid-19, per i trapianti di cuore rischio complicazioni. Ecco quali

I destinatari di trapianto di cuore (heart transplant, Ht) sarebbero ad alto rischio di complicazioni gravi di Covid-19 secondo quanto emerge da un articolo pubblicato su Jama Cardiology. Il gruppo di autori del Columbia University Vagelos College of...
transparent
Consumo di alcol e condizioni mediche, servono approcci mirati

mag252020

Consumo di alcol e condizioni mediche, servono approcci mirati

Secondo gli autori di uno studio pubblicato su Jama Network Open, il sistema sanitario e i medici dovrebbero, attraverso approcci più mirati, aiutare i pazienti con certe condizioni mediche a ridurre il consumo malsano di alcol e i rischi per...
transparent
Ipertensione, l’uso di antipertensivi riduce rischio di demenza o compromissione cognitiva

mag252020

Ipertensione, l’uso di antipertensivi riduce rischio di demenza o compromissione cognitiva

Da una metanalisi svolta su una serie di studi clinici randomizzati emerge che, rispetto al gruppo di controllo, la riduzione dei valori di pressione arteriosa con farmaci anti-ipertensivi si associa in modo significativo a un minor rischio di demenza...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>