Medicina Interna

dic92019

L'analfabetismo si associa a un significativo aumento del rischio di demenza

Da un'analisi appena pubblicata su Neurology dello studio WHICAP, acronimo per Washington Heights-Inwood Columbia Aging Project, emerge che l'incapacità di leggere o scrivere si associa a un significativo aumento del rischio di demenza. In altri...
transparent

dic92019

Pubblicate le nuove linee guida sulla gestione della sindrome di Sjogren

La gestione della sindrome di Sjogren è l'argomento delle nuove linee guida siglate dall'European League Against Rheumatism (EULAR) e appena pubblicate sugli Annals of Rheumatic Diseases. «La sindrome di Sjogren presenta un ampio spettro di manifestazioni...
transparent

dic92019

Infezioni dell’orecchio: Fda approva un nuovo sistema per l’inserimento di tubi timpanostomici

La Food and Drug Administration (FDA) ha approvato un sistema che permette il posizionamento di tubi timpanostomici sotto anestesia locale in adulti e bambini dai 6 mesi. «L'approvazione offre ai pazienti un opzione di trattamento delle infezioni ricorrenti...
transparent

dic92019

Dipendenza da oppioidi, benzodiazepine potrebbero aumentare il rischio di morte

Sembra che la prescrizione di benzodiazepine ai pazienti dipendenti da oppioidi in trattamento con agonisti oppioidi (OAT) aumenti il rischio di morte per overdose. «La chiara associazione tra la co-prescrizione di benzodiazepine nei pazienti che ricevono...
transparent

dic92019

Chirurgia bariatrica e remissione del diabete: bypass gastrico a confronto con gastrectomia a manica

Secondo uno studio norvegese pubblicato su Lancet Diabetes and Endocrinology, tra i pazienti obesi con diabete di tipo 2 (DM2), il bypass gastrico è associato a un tasso di remissione del DM2 a un anno maggiore rispetto alla gastrectomia verticale...
transparent

nov242019

Anemia falciforme: chi ne è affetto perde oltre vent’anni di vita

«L'anemia falciforme (SCD) ha conseguenze sociali non solo per i costi sanitari, ma anche in termini di mortalità, reddito e qualità della vita». Lo afferma Sophie Lanzkron del Dipartimento di Medicina alla Johns Hopkins School of Medicine...
transparent

nov242019

Prevenzione della demenza: solo poche persone ne parlano con il proprio medico

Quasi la metà degli adulti di età compresa tra 50 e 64 anni pensa che svilupperà una demenza nella vita futura, secondo quanto emerge da sondaggio svolto dall'Università del Michigan e pubblicato in una lettera di ricerca su...
transparent

nov242019

Dopo un cancro il trattamento con testosterone migliora la composizione corporea

Uno studio inglese suggerisce che i giovani uomini sopravvissuti al cancro possono beneficiare di una terapia sostitutiva con testosterone. Si tratta di pazienti che, rispetto alla popolazione sana, hanno minori livelli di testosterone e queste differenze...
transparent

nov242019

Il maggior volume di massa muscolare si associa a un minor rischio cardiovascolare futuro

Sembra che la massa muscolare nelle persone di mezza età sia legata al futuro rischio di malattie cardiovascolari (CVD). «La prevenzione del declino della massa muscolare scheletrica (SMM), che sta diventando sempre più prevalente tra le...
transparent

nov242019

Variazioni pressorie a lungo termine, ecco i possibili rischi

Uno studio appena pubblicato su PLOS Medicine e firmato da Albert Hofman e colleghi dell'Erasmus MC University Medical Center, Rotterdam, Paesi Bassi in collaborazione con i ricercatori della Harvard T.H. Chan School of Public Health, Boston, Stati...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community