Medicina Interna

nov52010

Come affrontare l’iponatremia nei pazienti con grave scompenso cardiaco

Nella sezione Clinical communication to the Editor dell’American Journal of Medicine di Agosto è stato pubblicato un contributo che consente di focalizzare l’attenzione non solo sui meccanismi patogenetici che sottendono all’emergere...
transparent

nov52010

Gotta e scompenso cardiaco

è noto che nei pazienti affetti da scompenso cardiaco con associata iperuricemia si registra una sopravvivenza ridotta. Non altrettanto chiaro è quanto si può osservare nei pazienti affetti da SC con associata gotta. Per determinare...
transparent

nov52010

Statine e rischio di diabete: una metanalisi chiarificatrice?

Innumerevoli studi, sia di prevenzione primaria sia secondaria, hanno sottolineato l’effetto benefico delle statine nel ridurre gli eventi cardiocerebrovascolari, ma alcuni (Jupiter e collaboratori) hanno anche riscontrato, con le statine, un aumentato...
transparent

nov52010

Pulmunary Embolism Severity Index semplificato: uguale accuratezza diagnostica

Anche se verosimilmente poco utilizzato, esiste uno score (Pulmunary Embolism Severity Index, PESI) utile per la stima della mortalità a 30 giorni dei pazienti con embolia polmonare (PE). Per fare in modo che possa più agevolmente essere applicato,...
transparent

nov52010

La vertebroplastica percutanea e dolore da frattura vertebrale osteoporotica

Sono stati recentemente pubblicati i risultati di uno studio olandese, il Vertos II (iniziato nel 2005 e concluso nel Giugno del 2008), per verificare efficacia e sicurezza della vertebroplastica percutanea (VP) quale trattamento del dolore secondario...
transparent

nov52010

Rischi-benefici e sicurezza d’impiego del rosiglitazone: 2 studi

Nel 2007 la pubblicazione della meta-analisi di Nissen (N Engl J Med 2007;356:2457-71) sulla sicurezza cardiovascolare dell’impiego del rosiglitazone evidenziava un significativo aumento del rischio di infarto del miocardio e un incremento di mortalità...
transparent

nov52010

Trattamento della Sindrome di Sjogren

Si stima che negli USA 0,5-3 milioni di soggetti siano affetti Sindrome di Sjogren (SS), con netta prevalenza nel sesso femminile. Una grande varietà di farmaci sistemici e topici è disponibile per il trattamento della SS, tuttavia non sono...
transparent

nov52010

Genetica e sviluppo di encefalopatia epatica

L’encefalopatia epatica è una delle maggiori complicanze della malattia cirrotica ed il suo sviluppo rappresenta un fattore prognostico negativo. In tale quadro clinico, abituale è il riscontro di elevate concentrazioni plasmatiche di...
transparent

nov52010

Attività reninica plasmatica e dosaggio della renina attiva nell’adenoma surrenalico

C’è corrispondenza tra attività reninica plasmatica (PRA) e dosaggio della renina attiva (DRA) nell’adenoma secernente aldosterone (APA)?   Una delle principali procedure per identificare un iperaldosteronismo primitivo è...
transparent

nov52010

Asma nell’anziano giovane

La prevalenza dell’asma nella popolazione adulta è in aumento nell’ultimo ventennio, in linea con l’innalzamento globale dell’attesa di vita. Nel 2030 la percentuale di popolazione sopra i 65 anni raggiungerà il 20% nel...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community