Medicina Interna

nov52010

Betrixaban: nuovo inibitore del fattore Xa

Il trial di fase 2 EXPLORE-Xa, presentato il 15 marzo alle Scientific Session dell’American College of Cardiology (ACC) 2010, ha dimostrato che il betrixaban, nuovo inibitore del fattore Xa, nelle tre dosi 40, 60 e 80 mg, è sicuro e ben tollerato...
transparent

nov52010

Terapia ipolipemizzante e ictus: rischio pleiotropico da statine?

La correlazione tra i livelli di colesterolo sierico e l'ictus, attualmente una delle più comuni cause di morte e di invalidità a lungo termine, è stata in passato messa in discussione. Ora una metanalisi di 14 trial con statine del...
transparent

nov52010

Positivo approccio farmacologico ad angina instabile

�Comunque’ interessante questa ponderosa meta-analisi apparsa sul numero di Marzo degli Annals of Internal Medicine che ha voluto confrontare l’efficacia degli interventi di rivascolarizzazione percutanea e di una adeguata e completa terapia...
transparent

nov52010

Trattamento ipotensivo e scarsa compliance

Una delle cause più frequenti di insuccesso della terapia antipertensiva è la scarsa adesione alle prescrizioni, dovuta molto spesso a dimenticanza: si pensi che il 18% dei pazienti salta una dose almeno una volta la settimana e il 50% almeno...
transparent

nov52010

Specialisti incentivati, cure migliorate?

Nell’attuale dibattito sulla Sanità, le preoccupazioni prevalenti sono rivolte ai costi crescenti, ma anche a come migliorare la qualità delle cure. Si stanno valutando nuovi modelli organizzativi e misure per aumentare l’efficienza...
transparent

nov52010

A Bologna il XV Congresso Nazionale FADOI

Al via il XV Congresso Nazionale FADOI che quest’anno si svolgerà a Bologna presso il Palazzo della Cultura e dei Congressi dal 16 al 19 maggio Numerosi gli appuntamenti di grande interesse clinico: 13 Corsi di Formazione nei più importanti...
transparent

nov52010

Scegliere la strategia per la NSTEMI

Nella sindrome coronarica acuta senza sopraslivellamento ST - ma a rischio elevato - le più importanti Linee Guida raccomandano una strategia invasiva precoce (coronarografia entro 24-72 ore dall'insorgenza dei sintomi, con successiva rivascolarizzazione...
transparent

nov52010

Valsartan e nateglinide nei pazienti con IGT complicata

Alcuni studi hanno riscontrato che gli ACEI e gli ARBs possono ridurre l’incidenza del diabete ed il rischio di eventi cardiovascolari (cv) in soggetti con intolleranza al glucosio (IGT), ma nella maggioranza di questi studi l’incidenza del...
transparent

nov52010

Ca mammario, aspirina riduce metastasi a distanza

Le donne che hanno completato il trattamento per un cancro della mammella in fase iniziale e che prendono l'aspirina hanno un rischio di morte e di metastatizzazione a distanza ridotto di quasi il 50% rispetto alle donne che non l’assumono.  ...
transparent

nov52010

Alto rischio di TVP dopo cancro prostatico

Tutti gli uomini con cancro alla prostata hanno un maggior rischio di malattia tromboembolica rispetto alla popolazione generale, ed il rischio di trombosi venosa profonda (TVP) ed embolia polmonare (EP) è "particolarmente elevato" in chi si sottopone...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community