Medicina Interna

nov52010

Genetica e sviluppo di encefalopatia epatica

L’encefalopatia epatica è una delle maggiori complicanze della malattia cirrotica ed il suo sviluppo rappresenta un fattore prognostico negativo. In tale quadro clinico, abituale è il riscontro di elevate concentrazioni plasmatiche di...
transparent

nov52010

Attività reninica plasmatica e dosaggio della renina attiva nell’adenoma surrenalico

C’è corrispondenza tra attività reninica plasmatica (PRA) e dosaggio della renina attiva (DRA) nell’adenoma secernente aldosterone (APA)?   Una delle principali procedure per identificare un iperaldosteronismo primitivo è...
transparent

nov52010

Asma nell’anziano giovane

La prevalenza dell’asma nella popolazione adulta è in aumento nell’ultimo ventennio, in linea con l’innalzamento globale dell’attesa di vita. Nel 2030 la percentuale di popolazione sopra i 65 anni raggiungerà il 20% nel...
transparent

nov52010

Biopsie gastriche nei pazienti in trattamento anti-aggregante: come comportarci?

I gastroenterologi del Mount Sinai Medical Center di New York per valutare prospetticamente il rischio di sanguinamento gastroduodenale attribuibile alla biopsia in soggetti che assumono farmaci antiaggreganti piastrinici, hanno condotto uno studio in...
transparent

nov52010

Desametazone nella meningite batterica: consuetudine o necessità?

In uno dei numeri di agosto degli Annals of Internal Medicine, nella sezione dell’ACP Journal, Fred A. Zar commenta la meta-analisi di van de Beek D, apparsa qualche tempo prima su Lancet Neurology, che concludeva per un insuccesso del codificato...
transparent

nov52010

Efficacia dei nuovi anti aggreganti: confronto fra prasugrel e ticagrelor

Dati recenti suggeriscono la superiorità del prasugrel e del ticagrelor rispetto al clopidogrel. Tuttavia a tutt’oggi mancavano i dati di confronto “testa a testa” fra questi due nuovi antiaggreganti. Una ponderosa meta-analisi (riferita...
transparent

nov52010

Ruolo dell’ibandronato nelle fratture da fragilità

L’osteoporosi e le fratture che ne conseguono rapresentano un rilevante problema nella gestione del paziente anziano, in quanto sono responsabili non solo di invalidità, ma anche di un eccesso di mortalità. Un notevole progresso nella...
transparent

nov52010

Idrossiurea nel trattamento della TE: indicazioni attuali e risposta clinica

La trombocitemia essenziale (TE) è un disordine mieloproliferativo con un andamento clinico cronico ed una aspettativa di vita fondamentalmente correlata al rischio trombo-emorragico insito nella patologia stessa: la terapia pertanto viene...
transparent

nov52010

La Sostituzione Valvolare Aortica con approccio percutaneo: quale ruolo?

Supportato da un grant della Agency for Healthcare Research and Quality, US Department of Health and Human Services, alcuni metodologi e cardiologi della Duke University hanno pubblicato una review che consentisse di trarre delle conclusioni sulla efficienza...
transparent

nov52010

Precedente trattamento con sulaniluree ed outcomes cardio-vascolari dopo IMA

Poichè l’impatto clinico dell’utilizzo dei farmaci ipoglicemizzanti orali (IGO) sugli outcomes dei pazienti che sviluppano un Infarto Miocardico Acuto (IMA) è controverso, un numeroso gruppo multidisciplinare francese ha verificato...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community