Medicina Interna

nov52010

Voltare pagina: non utilizzare l’aspirina in prevenzione primaria

Basse dosi giornaliere di acido acetilsalicilico (ASA) sono diffusamente prescritte nella prevenzione primaria e secondaria delle patologie cardiovascolari; tuttavia, mentre nella prevenzione secondaria i dati sono ormai acquisiti, per quella primaria...
transparent

nov52010

Sindrome coronarica acuta nei diabetici

I pazienti diabetici che presentano una sindrome coronarica acuta (ACS) hanno una prognosi particolarmente sfavorevole e un aumentato rischio di futuri eventi avversi aterotrombotici in massima parte correlato al maggior contributo di una aumentata reattività...
transparent

nov52010

La qualità di vita in pazienti con artrite reumatoide

La compromissione della qualità di vita (QdV) nell’artrite reumatoide (AR) è considerata elemento prognostico fondamentale, condizionante sia le richieste assistenziali che il tipo di trattamento. Attualmente le maggiori associazioni...
transparent

nov52010

Anemia e deficit marziale nei pazienti con scompenso di cuore cronico

Nella Sezione dell'ACP Journal Club annessa all'ultimo numero degli Annals of Internal Medicine [April 20,2010;152(8)] viene riportato un interessante commento al lavoro che Anker SD et al. hanno pubblicato verso la fine del 2009 sul N Engl J Med (Ferric...
transparent

nov52010

I trial sul tPA nello stroke sottolineano la necessità di un trattamento rapido

è stata pubblicata sul numero del 15 maggio della rivista The Lancet una nuova analisi dei dati aggregati di studi clinici randomizzati sull’attivatore tissutale del plasminogeno (tPA) nel trattamento dell'ictus ischemico acuto, che include...
transparent

nov52010

L’uso improprio dei PPI può aumentare il rischio di recidiva delle infezioni da CDI

Uno studio retrospettivo di coorte, avvalendosi dell’analisi del database amministrativo del New England Veterans Healthcare System nel periodo compreso tra 1 ottobre 2003 e 30 settembre 2008, ha identificato 1.166 pazienti ricoverati o ambulatoriali...
transparent

nov52010

Statine e prevenzione del tromboembolismo venoso (TEV)

Secondo una meta-analisi che ha coinvolto quasi un milione di persone - presentata il 16 maggio 2010 all’International Conference dell’American Thoracic Society (ATS) - l'uso delle statine è associato a una riduzione del rischio di TEV....
transparent

nov52010

Long-term acute care: un paradosso o una necessità?

Si stima che il 10-20% circa dei pazienti che migliorano dopo una malattia acuta presentano una persistente insufficienza d’organo che richiede cure mediche complesse per un periodo prolungato. Questi pazienti, dopo la risoluzione della fase iper-acuta...
transparent

nov52010

Prescrizione di antibiotici sul territorio e induzione di resistenza

Dall’inizio degli anni ’80 a oggi il drastico rallentamento nello sviluppo di nuovi antibiotici da parte delle industrie farmaceutiche e il crescente riscontro di germi multiresistenti destano serissime preoccupazioni, nel mondo scientifico,...
transparent

nov52010

Ipertensione e dietoterapia: un update

Una delle cause più importanti dell’aumento dell’ipertensione in questi ultimi anni è dovuta a una dieta incongrua, ricca di sale e povera di vegetali, e all’aumento dell’obesità addominale. A questo proposito le...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community