Medicina Interna

nov232010

Microalbuminuria: marker importante di danno renale?

Ormai si può affermare che la microalbuminuria (MA), specialmente se combinata col filtrato glomerulare stimato (eGFR), è utile come biomarker per un aumentato rischio di morte per tutte le cause, eventi cardiovascolari, insufficienza renale e insufficienza...
transparent

nov232010

Federalismo e costi standard: un richiamo al metodo

Un recente working paper di Pammolli e Salerno (CERM) affronta il tema della standardizzazione dei costi in sanità, proponendo il seguente metodo: vengono selezionate 5 Regioni a statuto ordinario ‘benchmark’ contraddistinte dal rispetto della programmazione finanziaria e dalla qualità delle prestazioni (valutata in base al saldo di mobilità in ingresso). La media della spesa pro capite per fascia di età – di queste Regioni – costituisce lo standard da applicare. Lo scostamento tra spesa storica in ogni Regione e spesa standard nelle 5 Regioni benchmark - per fornire i LEA con efficienza produttiva e qualità delle prestazioni - viene indicato come metodo utile per la governance federalista.
transparent

nov232010

Coinvolgere i farmacisti nel trattamento dell’ipertensione?

È noto che uno dei principali problemi del trattamento dell’ipertensione è la scarsa compliance alla terapia, dovuta spesso alle barriere di accesso alle cure e all’inerzia clinica. Sono stati eseguiti molti tentativi per superare il problema. Uno dei...
transparent

nov232010

Iperomocisteinemia: marker, non causa di aumentato rischio cv

Poichè elevati livelli plasmatici di omocisteina sono stati associati a più alto rischio di malattie cardiovascolari, i ricercatori del “the B-Vitamin Treatment Trialists' Collaboration” hanno redatto una imponente meta-analisi che ha coinvolto più di...
transparent

nov232010

PPI e diarrea cronica da colite microscopica

Nell’ambito della diagnosi differenziale della diarrea cronica non va dimenticata la possibilità di una sua origine iatrogenica che si può esprimere con un quadro di colite microscopica, possibile anche quando l’aspetto macroscopico della mucosa colica...
transparent

nov232010

Come curare la perdita ossea da terapia ormonale in oncologia

Il Denosumab (DNB), anticorpo monoclonale umano anti-Rankl, previene la perdita di massa ossea indotta dalla terapia ormonale adiuvante (CTIBL) in oncologia. Gli inibitori della aromatasi (AI) nel cancro della mammella e il blocco ormonale con GnRH agonisti...
transparent

nov232010

Emicrania con aura e rischio di mortalità

Numerosi studi collegano l’emicrania, soprattutto quella con aura, allo stroke ischemico, ma nessuno degli studi volti a stabilire se l’emicrania sia responsabile di un aumento della mortalità cardiovascolare e totale ha dato risultati conclusivi. Due...
transparent

nov232010

Rituximab e malattie reumatiche

L’opinione che la deplezione dei B linfociti possa essere utilizzata per il trattamento delle malattie reumatiche sistemiche deriva dall’ipotesi che, eliminando dal circolo le cellule alterate, si possa curare la malattia. Rituximab (R), un anticorpo...
transparent

nov232010

NASH: ruolo terapeutico degli insulino-sensibilizzanti

Anche se spesso sottovalutato, il ruolo della steato-epatite non alcolica nello sviluppo della cirrosi epatica e conseguentemente del carcinoma epatocellulare è chiaramente dimostrato. Meno chiaro è il ruolo dei farmaci potenzialmente in grado di frenarne...
transparent

nov232010

Variabilità pressoria, FA, stroke: una percorso non chiaro

Una aumentata variabilità della pressione sistolica (aPAS-Var) è associata ad un aumentato rischio di stroke, indipendentemente dalla PAS media. È dimostrato che i farmaci efficaci sulla aPAS-Var (calcioantagonisti e tiazidici) diminuiscono il rischio...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>