Medicina Interna

ott82018

Appendicite acuta non complicata: efficace il trattamento non chirurgico con antibiotici

Il tasso di recidiva a 5 anni di un'appendicite acuta non complicata tra i pazienti inizialmente trattati con antibiotici è del 39,1%, secondo quanto conclude uno studio su JAMA, prima autrice Paulina Salminen dell'ospedale universitario di Turku in Finlandia. «Il significativo miglioramento dell'efficacia diagnostica permette di testare gli antibiotici nel trattamento dell'appendicite senza chirurgia» esordisce la ricercatrice, che assieme ai colleghi ha seguito per 5 anni 530 pazienti tra 18 e 60 anni con appendicite acuta semplice randomizzati a ricevere ertapenem endovena per 3 giorni seguito da metronidazolo e levofloxacina orali per 7 giorni (n=257) o sottoposti ad appendicectomia (n=273). Così facendo i ricercatori hanno scoperto che tra i pazienti inizialmente trattati con antibiotici, l'incidenza cumulativa di appendicite recidivata è stata del 34% a 2 anni, del 35,2% a 3 anni, del 37,1% a 4 anni e del 39,1% a 5 anni. Inoltre, degli 85 pazienti inizialmente trattati con antibiotici e successivamente sottoposti ad appendicectomia dopo una recidiva, 76 avevano un'appendicite non complicata, sette non avevano l'appendicite e due avevano un'appendicite complicata.

«Un altro dato interessante è che dopo 5 anni di follow-up 60 pazienti nel gruppo appendicectomia e 16 nel gruppo antibiotico presentavano complicanze come dolore addominale, ernie incisionali e infezioni del sito operatorio, con un'incidenza maggiore del 17,9% nel gruppo chirurgico. «Questi risultati, che andranno comunque confermati da studi successivi, suggeriscono una significativa efficacia del trattamento antibiotico nella risoluzione spontanea dell'appendicite acuta non complicata» conclude Salimen. E in un editoriale di accompagnamento Edward Livingston, vice direttore di JAMA, scrive: «I dati dello studio sfatano l'idea che l'appendicite acuta non complicata sia un'emergenza chirurgica, dimostrando che in questi casi un iniziale trattamento non chirurgico prima di procedere all'intervento è un'opzione ragionevole».

JAMA. 2018. doi: 10.1001/jama.2018.13201
https://jamanetwork.com/journals/jama/article-abstract/2703354

JAMA. 2018. doi: 10.1001/jama.2018.13368
https://jamanetwork.com/journals/jama/article-abstract/2703304

Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community