Malattie parkinsoniane

giu222020

L’interruzione dei ritmi circadiani si associa a una successiva diagnosi di Parkinson

Gli anziani che hanno un ritmo circadiano irregolare che guida i loro cicli quotidiani di riposo e attività hanno maggiori probabilità di sviluppare la malattia di Parkinson , secondo uno studio pubblicato su Jama Neurology firmato dai...
transparent
Malattia di Parkinson, maggiore consumo di caffeina e alti livelli di urato diminuiscono il rischio

mag112020

Malattia di Parkinson, maggiore consumo di caffeina e alti livelli di urato diminuiscono il rischio

Due purine, caffeina e urato , sono associate a un rischio ridotto di sviluppare la malattia di Parkinson , secondo uno studio pubblicato sul Journal of Parkinson's Disease. «Caffeina e urato possiedono proprietà neuroprotettive. Sappiamo che...
transparent
Una biopsia cutanea potrebbe permettere l’accesso a un nuovo biomarcatore per il Parkinson

mar112020

Una biopsia cutanea potrebbe permettere l’accesso a un nuovo biomarcatore per il Parkinson

Alcuni aggregati proteici presenti nelle terminazioni nervose periferiche e identificabili attraverso una biopsia cutanea potrebbero essere utilizzati come biomarcatori per la malattia di Parkinson , secondo quanto riferisce uno studio pubblicato su...
transparent
Parkinson, il punto dei neurologi sulle novità terapeutiche in arrivo

dic32019

Parkinson, il punto dei neurologi sulle novità terapeutiche in arrivo

«La giornata dell'associazione dei pazienti con il Parkinson , che si è tenuta lo scorso sabato, è stata molto importante, perché ha favorito un tipo di comunicazione tra medico e paziente che difficilmente potrebbe avvenire in altri...
transparent
Parkinson, ricerca smonta ipotesi ruolo della proteina prionica nel danno cognitivo

gen162019

Parkinson, ricerca smonta ipotesi ruolo della proteina prionica nel danno cognitivo

Nel manifestarsi della malattia di Parkinson (Pd) e delle demenze da corpi di Lewy, l'attivazione della risposta infiammatoria contribuisce in maniera determinante al danno cognitivo indotto dagli oligomeri dell'alfa-sinucleina (specifici aggregati proteici...
transparent
Parkinson, costi diretti e indiretti ancora troppo elevati

nov192015

Parkinson, costi diretti e indiretti ancora troppo elevati

Il Parkinson colpisce in Italia 250mila persone, ma il numero è destinato a raddoppiare nei prossimi 15 anni. Non esiste una cura definitiva e i costi diretti e indiretti sono importanti. Se ne è discusso al convegno "La gestione della malattia...
transparent
Più luce sui trapianti di cellule staminali nella malattia di Parkinson

nov122014

Più luce sui trapianti di cellule staminali nella malattia di Parkinson

Uno studio svedese pubblicato su Cell Stem Cell dimostra per la prima volta che cellule nervose generate da staminali umane trapiantate in modelli animali di Parkinson possono creare specifici circuiti neuronali. In altre parole, le nuove cellule sono...
transparent
Dubbi sul legame tra dopaminoagonisti e comportamenti compulsivi

ott232014

Dubbi sul legame tra dopaminoagonisti e comportamenti compulsivi

Oltre 620 casi di gioco d'azzardo patologico, 465 di ipersessualità e 202 di shopping compulsivo, per un totale di 1.580 segnalazioni nell’arco di un decennio sulla comparsa di comportamenti compulsivi. Di questi, 710 eventi erano associati a farmaci...
transparent
I legami tra emicrania nella mezza età e rischio di Parkinson

set192014

I legami tra emicrania nella mezza età e rischio di Parkinson

Chi soffre di emicrania nella mezza età ha un rischio maggiore di sviluppare anni dopo malattia di Parkinson o altri disturbi neurologici del movimento, in particolare la sindrome delle gambe senza riposo (restless leg syndrome, Rls o malattia di Willis-Ekborn,...
transparent

lug82014

Camminare a passo svelto migliora i sintomi del Parkinson lieve o moderato

Nei pazienti con malattia di Parkinson lieve o moderata che svolgono in modo regolare un esercizio fisico basato sul cammino a passo svelto migliora non solo la funzione motoria, ma anche l'umore, il senso di spossatezza e alcuni aspetti cognitivi, almeno...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>