Malattie neuro degenerative

Malattie neurodegenerative, gli ex calciatori sono a rischio aumentato. L’analisi retrospettiva

nov72019

Malattie neurodegenerative, gli ex calciatori sono a rischio aumentato. L’analisi retrospettiva

Il rischio di morte associato alle malattie neurodegenerative è risultato più elevato in un gruppo di ex calciatori scozzesi professionisti rispetto ai controlli abbinati in un'analisi epidemiologica retrospettiva pubblicata sul New...
transparent
Malattie neurodegenerative, nuove speranze da un farmaco per l’ipertensione

apr292019

Malattie neurodegenerative, nuove speranze da un farmaco per l’ipertensione

Felodipina, un farmaco attualmente usato per l'ipertensione, potrebbe essere un candidato promettente per il trattamento di patologie neurodegenerative, secondo uno studio pubblicato su Nature Communications. In sperimentazioni su modelli animali, la...
transparent
 Parlare due lingue in modo attivo per tutta la vita allontana l’Alzheimer

feb72017

Parlare due lingue in modo attivo per tutta la vita allontana l’Alzheimer

Il bilinguismo risulta protettivo rispetto all'insorgenza e all'intensità dei sintomi della malattia di Alzheimer (Ad). Recenti studi epidemiologici hanno mostrato che parlare due lingue lungo l'arco della vita può tardare l'esordio di alcuni...
transparent
Malattie neurodegenerative, al centro del Congresso Sin la ricerca di marcatori

ott72015

Malattie neurodegenerative, al centro del Congresso Sin la ricerca di marcatori

«Ricerca di marcatori per la diagnosi precoce e preclinica delle malattie neurodegenerative quali Parkinson, Alzheimer e sclerosi laterale amiotrofica (Sla). Nuove cure per l'ictus ischemico basate sulla tromboaspirazione. Sviluppo di nuovi farmaci per...
transparent
Le malattie neurodegenerative possono indurre al crimine

gen82015

Le malattie neurodegenerative possono indurre al crimine

Secondo uno studio pubblicato su Neurology la presenza di una malattia neurodegenerativa potrebbe causare il comportamento criminale di alcune persone, anche se i pazienti con malattia di Alzheimer sono tra i meno propensi a commettere reati. «Le malattie...
transparent

mar152011

Zamboni, studio preliminare conferma mia ipotesi

Il restringimento delle vene giugulari conosciuto come Ccsvi provoca un rallentamento del flusso del sangue nel cervello, che potrebbe essere alla base dei sintomi della sclerosi multipla. Lo afferma uno studio preliminare pubblicato dalla rivista Bmc...
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>