Malattie dei bronchi

Asma, vitamina D non migliora efficacia cure

mag202014

Asma, vitamina D non migliora efficacia cure

Negli adulti con asma persistente e bassi livelli di vitamina D, l’aggiunta di quest’ultima non migliora l’efficacia delle cure né riduce le riacutizzazioni, secondo uno studio pubblicato su Jama in concomitanza con il congresso dell’American Thoracic...
transparent
Asma e antibiotici nel primo anno di vita: la relazione si fa complessa

mag162014

Asma e antibiotici nel primo anno di vita: la relazione si fa complessa

Quanto finora si credeva sulla relazione tra somministrazione di antiobiotici nel corso del primo anno di vita di un bambino e aumento di rischio di sviluppare asma viene ora messo in discussione da uno studio appena pubblicato sulla rivista The Lancet...
transparent
Asma bronchiale in età prescolare: il punto sulle terapie

mag122014

Asma bronchiale in età prescolare: il punto sulle terapie

In occasione della Giornata mondiale sull'asma del 6 maggio e del congresso della American Thoracic Society di San Diego del 16-21 maggio, the Lancet esce con un numero monotematico sull'asma. E tra gli articoli e gli editoriali colpisce quello di Francine...
transparent
Asma bronchiale: focus su inquinanti e genetica

mag62014

Asma bronchiale: focus su inquinanti e genetica

In occasione della Giornata mondiale dell'asma del prossimo 6 maggio e del congresso della American thoracic society in programma a San Diego dal 16-21 maggio, The Lancet e The Lancet respiratory medicine escono con numeri dedicati alla medicina respiratoria,...
transparent
I beta-bloccanti nell’asma sono sicuri?

apr302014

I beta-bloccanti nell’asma sono sicuri?

I beta-bloccanti cardioselettivi sono sicuri nell’asma bronchiale? La risposta è in gran parte affermativa, almeno a giudicare dalle conclusioni di una revisione sistematica con relativa meta-analisi coordinata da Daniel Morales , ricercatore dell’Università...
transparent

mar262014

Antibiotici nella bronchite: sono davvero sempre utili?

In base ai risultati di uno studio recentemente pubblicato sulla rivista British medical journal non prescrivere gli antibiotici o prescriverli in ritardo non aumenta la gravità dei sintomi nei pazienti con infezioni respiratorie. Afferma Paul Little...
transparent
Nelle bronchiti gli antibiotici spesso non servono

mar242014

Nelle bronchiti gli antibiotici spesso non servono

Non prescrivere gli antibiotici o prescriverli in ritardo non aumenta la gravità dei sintomi nei pazienti con infezioni del tratto respiratorio, secondo uno studio pubblicato sul British medical journal. «Le infezioni respiratorie sono le più comuni patologie...
transparent
La Bpco favorisce il decadimento cognitivo

mar202014

La Bpco favorisce il decadimento cognitivo

Negli adulti anziani la presenza di broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) da oltre 5 anni può aumentare il rischio decadimento cognitivo lieve, specie per competenze diverse da quelle mnemoniche. Sono queste le conclusion di Balwinder Singh della...
transparent
Bpco: per la diagnosi precoce basta una spirometria

feb182014

Bpco: per la diagnosi precoce basta una spirometria

L’opportunità di diagnosticare precocemente la broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco) viene spesso mancata, sia dai medici di medicina generale sia dagli specialisti. Che in altri termini vuol dire: le occasioni per fare diagnosi ci sono, ma nessuno...
transparent
Anticorpo monoclonale per asmatici gravi passa in classe A

feb42014

Anticorpo monoclonale per asmatici gravi passa in classe A

Omalizumab (Xolair di Novartis), anticorpo monoclonale anti-IgE per i pazienti con asma allergico grave, passa da classe H (per uso solo ospedaliero) a classe A, cosa che renderà più facile l’accesso dei pazienti alla terapia. Infatti il passaggio, stabilito...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community