Malattie dei bronchi

giu292010

NO esalato identifica gli asmatici responsivi agli steroidi

La misurazione della frazione di ossido nitrico esalato, F(eNO), può permettere di identificare i pazienti con asma difficile da trattare ma potenzialmente responsivi ad alte dosi di corticosteroidi inalatori o sistemici, somministrati secondo una...
transparent

giu252010

Genitori informati gestiscono meglio l’asma

La conoscenza da parte dei genitori della fisiopatologia dell’asma e dei relativi rischi di riacutizzazione nonché dell’utilizzo corretto dei farmaci è un presupposto fondamentale per la corretta gestione clinica e l’utilizzo oculato...
transparent

giu12010

Corticosteroidi riducono la vitamina D

L’uso dei corticosteroidi e il peggioramento del flusso respiratorio sono associati a ridotti livelli di vitamina D nel siero dei pazienti asmatici. Si tratta di una situazione negativa in quanto la vitamina D, sostanza liposolubile, potenzia l’azione...
transparent

mag182010

L’asma annuncia meno rischi di ca ovarico

Non è la prima volta che viene segnalata un'associazione inversa tra allergia e sviluppo di alcuni tipi di tumore. In questo contesto una nuova correlazione è ora emersa grazie a uno studio esplorativo caso-controllo effettuato sui dati degli...
transparent

mag122010

Associazione inedita tra asma e stress da lavoro

Allergologia Lo stress lavorativo si associa a un aumento del rischio di sviluppare asma. L'inedita osservazione è frutto di uno studio di popolazione, durato dal 1992-1995 (n= 5.114) al 2002-2003 (n= 4.010). L’asma è stato valutato...
transparent

mag52010

Disturbi respiratori: link con i folati sierici

La deficienza di folati appare associata all'asma auto-riportata come diagnosticata dal medico e alla dispnea, ma non ai parametri della funzione polmonare e all'atopia. A suggerire la correlazione è uno studio di Betina Thuesen del Glostrup...
transparent

feb252010

Normalizzare la vitamina D per controllare l’asma

Pneumologia La variabilità osservata nella risposta ai corticosteroidi inalabili, nei pazienti asmatici, è stata associata ai livelli di vitamina D serica: bassi livelli, infatti, sembrano caratterizzare soggetti con una ridotta risposta al...
transparent

feb112010

Terapia ormonale estrogenica taglia il fiato

Pneumologia (x ginecologia33) Uno studio prospettico condotto in Francia ha evidenziato un incremento del rischio di sviluppare asma in donne in menopausa che seguivano la terapia ormonale con soli estrogeni. I ricercatori hanno valutato diversi tipi...
transparent

ott262009

Asma difficile, difficile da controllare

Se l’asma costituisce spesso una malattia in controllo non adeguato, ancora più critica è la realtà per quanto concerne le riacutizzazioni nei casi di difficile trattamento (per esempio a causa di terapie complesse, di impossibilità...
transparent

ott122009

Paracetamolo e asma, una questione da risolvere

Da un decennio è aperto un interrogativo sul paracetamolo, sorto dal timore che il passaggio, avvenuto negli anni ‘80 negli Stati Uniti dall’acido acetilsalicilico a questa molecola, sia stato accompagnato da un incremento della prevalenza...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>