Malattia di Alzheimer

 Parlare due lingue in modo attivo per tutta la vita allontana l’Alzheimer

feb72017

Parlare due lingue in modo attivo per tutta la vita allontana l’Alzheimer

Il bilinguismo risulta protettivo rispetto all'insorgenza e all'intensità dei sintomi della malattia di Alzheimer (Ad). Recenti studi epidemiologici hanno mostrato che parlare due lingue lungo l'arco della vita può tardare l'esordio di alcuni...
transparent
Malattia di Alzheimer, trattamento con statine si associa a una riduzione del rischio

dic152016

Malattia di Alzheimer, trattamento con statine si associa a una riduzione del rischio

Secondo uno studio pubblicato su Jama Neurology che ha analizzato i dati Medicare, l'impiego di statine si associa a una riduzione del rischio di malattia di Alzheimer (AD) che varia in base al tipo di statina e all'etnia del paziente. «Risultati che...
transparent
La terapia occupazionale domiciliare non rallenta il declino fisico dei malati di Alzheimer

nov252016

La terapia occupazionale domiciliare non rallenta il declino fisico dei malati di Alzheimer

Dopo avere ipotizzato che due anni di terapia occupazionale svolta al domicilio potessero aiutare le persone con malattia di Alzheimer a ritardare la perdita di funzione fisica, i ricercatori dell'Indiana University Center for Aging Research hanno invece...
transparent
All’orizzonte un farmaco anti amiloide per la cura dell’Alzheimer

nov102016

All’orizzonte un farmaco anti amiloide per la cura dell’Alzheimer

Un nuovo studio pubblicato su Science Translational Medicine, primo autore Matthew Kennedy del Dipartimento di neuroscienze dei Merck Research Laboratories di Kenilworth, New Jersey, suggerisce che il farmaco anti-amiloide a lungo cercato per la malattia...
transparent
Giornata mondiale Alzheimer, il punto della Sin sulle strategie preventive

set212016

Giornata mondiale Alzheimer, il punto della Sin sulle strategie preventive

Sull'Alzheimer sono molte le ricerche portate avanti in tutto il mondo, ma la necessità di diffondere una maggiore consapevolezza su questa malattia ha portato all'istituzione di una Giornata mondiale il 21 settembre. La campagna, condotta dalla...
transparent
Malattia di Alzheimer: un anticorpo monoclonale riduce il peptide beta amiloide cerebrale

set72016

Malattia di Alzheimer: un anticorpo monoclonale riduce il peptide beta amiloide cerebrale

Uno studio pubblicato su Nature descrive l'efficacia di una terapia con anticorpi monoclonali che riducono i depositi cerebrali di peptide beta amiloide nei pazienti con malattia di Alzheimer lieve, aprendo la strada a un possibile sviluppo di terapie...
transparent
Lievi cambiamenti nel comportamento come primi segni di Alzheimer

ago262016

Lievi cambiamenti nel comportamento come primi segni di Alzheimer

Il primo segno di lieve deterioramento cognitivo (mild cognitive impairment, Mci) o demenza può essere una lieve compromissione comportamentale (mild behavioral impairment, Mbi) e non un deficit di memoria. È quanto hanno sostenuto un gruppo di...
transparent
Professioni intellettuali rallentano la comparsa dell’Alzheimer, conferma da nuovo studio Usa

ago52016

Professioni intellettuali rallentano la comparsa dell’Alzheimer, conferma da nuovo studio Usa

Una professione intellettualmente impegnativa e con una forte componente relazionale (e quella medica ne è un esempio) può aiutare in caso di malattia di Alzheimer: lo hanno documentato i ricercatori dell'Alzheimer Disease Research Center...
transparent
La Pet con traccianti radioattivi permette di individuare e seguire l’evoluzione dell'Alzheimer

lug262016

La Pet con traccianti radioattivi permette di individuare e seguire l’evoluzione dell'Alzheimer

L'accumulo di beta-amiloide (Αbeta) e proteina tau nel tessuto cerebrale è tra le caratteristiche distintive della malattia di Alzheimer, e una recente tecnica di tomografia a emissione di positroni (Pet) prevede la somministrazione di traccianti,...
transparent
Trauma cranico con perdita di coscienza: c’è un legame con il rischio di Parkinson

lug142016

Trauma cranico con perdita di coscienza: c’è un legame con il rischio di Parkinson

Le lesioni cerebrali traumatiche con perdita di coscienza non si associano al lieve deterioramento cognitivo tipico dell'età avanzata, e neppure al morbo di Alzheimer e alla demenza, ma sembrano essere legate a un aumento del rischio per altri...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi