Malattia di Alzheimer

mag102022

Morbo di Alzheimer, un esame del sangue potrebbe migliorare la diagnosi precoce

Secondo uno studio pubblicato su Cell Metabolism e firmato dai ricercatori dell'Università di California a San Diego, un esame del sangue può identificare il rischio di sviluppare precocemente il morbo di Alzheimer, aumentando le possibilità...
transparent
Chi ha uno stile di vita sano vive più a lungo e rimane per più tempo senza Alzheimer

mag22022

Chi ha uno stile di vita sano vive più a lungo e rimane per più tempo senza Alzheimer

Uno studio pubblicato sul British Medical Journal suggerisce che uno stile di vita sano sia associato a un'aspettativa di vita più lunga, e anche a un maggiore numero di anni senza il morbo di Alzheimer. Il raggiungimento dell'età avanzata,...
transparent
“Barometro Alzheimer”, il primo rapporto sul futuro della diagnosi e del trattamento della malattia

apr102022

“Barometro Alzheimer”, il primo rapporto sul futuro della diagnosi e del trattamento della malattia

È stato presentato il primo report " Barometro Alzheimer: riflessioni sul futuro della diagnosi e del trattamento della malattia di Alzheimer ", vuole fornire nuovi elementi di valutazione dei percorsi per i pazienti colpiti da questa malattia e contribuire...
transparent
Alzheimer, conferme di sicurezza e di efficacia eziopatogenetica long-term per aducanumab

mar222022

Alzheimer, conferme di sicurezza e di efficacia eziopatogenetica long-term per aducanumab

In occasione della Conferenza internazionale sulle malattie di Parkinson e di Alzheimer(Ad/Pd 2022),che si è tenuta a Barcellona, è stata presentata l'estensione a lungo termine dello studio di fase 3che dimostra continua ad agire sui meccanismi...
transparent
Alzheimer, Ema: chiesto riesame parere negativo per aducanumab

feb282022

Alzheimer, Ema: chiesto riesame parere negativo per aducanumab

Per il farmaco anti-Alzheimer aducanumab "è stato chiesto un riesame del parere" del Comitato per i medicinali a uso umano (Chmp) dell'Agenzia europea del farmaco Ema, che nel dicembre 2021 ha raccomandato di "non concedere l'autorizzazione all'immissione...
transparent

feb222022

Alzheimer, un esame della vista nella mezza età potrebbe stimare il rischio futuro

Studiando il potenziale della retina di indicare cambiamenti cognitivi i ricercatori dell'Università di Otago in Nuova Zelanda coordinati da Ashleigh Barrett-Young del Dipartimento di psicologia ipotizzano che un semplice esame della vista potrebbe...
transparent
Interventi sullo stile di vita per prevenire la demenza: focus sul giusto numero di sessioni

gen262022

Interventi sullo stile di vita per prevenire la demenza: focus sul giusto numero di sessioni

Uno studio pubblicato su Alzheimer's & Dementia: The Journal of the Alzheimer's Association conclude che sono necessarie dalle 12 alle 14 sessioni di intervento sulle variazioni dello stile di vita negli anziani a rischio di Alzheimer per prevenire...
transparent
Alzheimer, levetiracetam rallenta la progressione in soggetti con epilessia silente

nov112021

Alzheimer, levetiracetam rallenta la progressione in soggetti con epilessia silente

Un farmaco antiepilettico può migliorare notevolmente l'apprendimento, la memoria e altre funzioni cognitive nei pazienti con Alzheimer che hanno attività epilettica nel cervello, secondo uno studio pubblicato su Jama Neurology. «Abbiamo...
transparent
Alzheimer, un comune diuretico potrebbe essere utile in modo preventivo. Ecco come agisce

ott252021

Alzheimer, un comune diuretico potrebbe essere utile in modo preventivo. Ecco come agisce

I risultati emersi da uno studio statunitense apparso su Nature Aging, suggeriscono che un comune farmaco diuretico, il bumetanide, potrebbe essere efficace nella prevenzione della malattia di Alzheimer. In particolare, i ricercatori hanno inizialmente...
transparent

ott252021

La mutazione del gene di Alzheimer si associa a una ridotta integrità della sostanza bianca

Secondo uno studio pubblicato su Radiology, l'integrità strutturale della sostanza bianca cerebrale è minore nelle persone cognitivamente normali, ma portatrici di una mutazione genetica associata all' Alzheimer rispetto a coloro nei...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi