Malattia coronarica

giu32022

I cibi a basso indice glicemico proteggono i cardiopatici. Ecco come

Una dieta contenente alimenti a basso indice glicemico può migliorare lo stato di salute dei pazienti con malattia coronarica, secondo quanto conclude uno studio presentato all'ACNAP-EuroHeartCare Congress 2022, un congresso scientifico della Società...
transparent

mag102022

Malattia coronarica non ostruttiva, le statine possono aiutare. Ecco come

In uno studio pubblicato su Radiology: Cardiothoracic Imaging, l'uso di statine da parte di pazienti con malattia coronarica non ostruttiva è stato associato a un miglioramento degli esiti clinici cardiovascolari. Associazione non osservata nel...
transparent

giu302021

Malattia coronarica, alta prevalenza nello scompenso cardiaco a frazione di eiezione conservata

In uno studio prospettico di coorte pubblicato su Jama Cardiology svolto su pazienti ricoverati per scompenso cardiaco con frazione di eiezione conservata (HFpEF), il 91% dei partecipanti aveva una malattia coronarica (CAD) epicardica, una malattia...
transparent

feb152021

Malattia coronarica, sotto i 65 anni diabete è fattore di rischio importante

Le donne con diabete di età compresa tra 45 e 65 anni hanno un rischio dieci volte maggiore di sviluppare una malattia coronarica rispetto a quelle di età simile senza diabete, secondo uno studio pubblicato su Jama Cardiology. «Le donne...
transparent

ott192020

Malattia coronarica: vantaggio femminile si perde dopo infarto miocardico

Nelle donne la malattia coronarica (Chd) si manifesta con 5-10 anni di ritardo rispetto agli uomini, ma da uno studio pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology emerge che il divario si restringe a seguito di un infarto del miocardio...
transparent

apr282020

La gestione dei pazienti con diabete e malattia coronarica, secondo l’AHA

In un nuovo statement, l'American Heart Association (AHA) riassume gli aspetti di una gestione efficace e incentrata sul paziente della malattia coronarica (coronary artery disease o CAD) nelle persone affette da diabete mellito di tipo 2 (T2DM). Sono...
transparent
Alirocumab migliora la prognosi cardiovascolare dopo un evento coronarico acuto

nov142018

Alirocumab migliora la prognosi cardiovascolare dopo un evento coronarico acuto

Secondo uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine, l'aggiunta di alirocumab al trattamento con statine ad alta intensità si associa a un ridotto rischio di eventi cardiovascolari ischemici ripetuti. «Dato che i pazienti vittime...
transparent

mar22018

Fda raccomanda di non utilizzare claritromicina nei pazienti con malattie cardiache

I medici devono prestare attenzione quando prescrivono claritromicina a pazienti con malattia coronarica a causa di un potenziale aumento del rischio di problemi cardiaci o di morte che può verificarsi dopo anni. È quanto si legge in una comunicazione...
transparent

lug202017

BMI nella tarda adolescenza, associato a rischio di morte cardiaca non coronarica in età adulta

Esiste una correlazione diretta tra body mass index (BMI) nella tarda adolescenza e mortalità specifica per cause cardiovascolari in età adulta, e non solo per infarto e ictus, ma anche per aritmie fatali, cardiomiopatie, aneurismi dell'aorta,...
transparent
Malattia coronarica stabile, i disturbi mentali possono aumentare il rischio di morte

giu272017

Malattia coronarica stabile, i disturbi mentali possono aumentare il rischio di morte

Secondo uno studio pubblicato su Heart, un disturbo mentale persistente da moderato a grave è legato a un rischio significativamente aumentato di morte tra i pazienti con malattia coronarica stabile, anche se nessuna associazione di tal genere...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi