Lipoproteine LDL

Esc, conferme di efficacia per evolocumab e per nuovi dati per rivaroxaban da analisi del Voyager Pad

set212020

Esc, conferme di efficacia per evolocumab e per nuovi dati per rivaroxaban da analisi del Voyager Pad

Sono ancora troppo pochi i pazienti che dopo un infarto o un ictus raggiungono i valori di colesterolo Ldl raccomandati dalle Linee Guida internazionali. Evidenziano questo aspetto fondamentale per la prevenzione delle malattie cardiovascolari i risultati...
transparent

mar82016

Evolocumab riduce lipoproteine in pazienti con diabete mellito di tipo 2

Evolocumab, una farmaco iniettabile della nuova classe degli inibitori Pcsk9, riduce in modo marcato i livelli di lipoproteine aterogene nei pazienti con diabete di tipo 2, un effetto coerente in tutti i sottogruppi e simile a quello osservato nei pazienti...
transparent
Livelli pregravidici di Ldl-C influenzano quelli della prole in età adulta

mar72016

Livelli pregravidici di Ldl-C influenzano quelli della prole in età adulta

Da uno studio pubblicato su Jama Cardiology cui hanno preso parte oltre 500 coppie di mamme e loro figli emerge che elevati livelli pregravidici di colesterolo Ldl si associano a valori altrettanto elevati nella prole in età adulta, con un legame...
transparent
Ipercolesterolemia, approvazione europea per alirocumab

set292015

Ipercolesterolemia, approvazione europea per alirocumab

La Commissione europea ha concesso l'autorizzazione alla commercializzazione di alirocumab per il trattamento del colesterolo Ldl (lipoproteine a bassa densità) in alcune tipologie di pazienti adulti con ipercolesterolemia. Lo sottolinea una nota...
transparent
Ipercolestertolemia Ldl, familiarità e stenosi della valvola aortica

ott292014

Ipercolestertolemia Ldl, familiarità e stenosi della valvola aortica

Le calcificazioni aortiche con stenosi valvolare e la predisposizione genetica a elevati livelli di colesterolo Ldl (Ldl-C) sono condizioni legate a doppio filo, secondo un’analisi pubblicata su Jama. «Risultati che supportano un'associazione causale...
transparent

ott202014

Acidi grassi insaturi e rischio cardiovascolare nei giovani

L'energia in eccesso fornita dagli acidi grassi polinsaturi rispetto a quelli saturi riduce le lipoproteine aterogene. Lo sostiene David Iggman dell’unità di Nutrizione clinica e metabolismo all’università di Uppsala, in Svezia, primo autore di uno...
transparent
Evolocumab meglio delle statine nell’ipercolesterolemia familiare

ott42014

Evolocumab meglio delle statine nell’ipercolesterolemia familiare

Evolocumab, una farmaco iniettabile della nuova classe degli inibitori Pcsk9, riduce in modo significativo i livelli di lipoproteine a bassa densità (Ldl) nei casi di ipercolesterolemia familiare, una condizione ereditaria in cui il colesterolo alto pone...
transparent

nov182013

Linee guida Aha: contro il colesterolo le statine la fanno da padrone

A più di un decennio di distanza da quando l'Adult treatment panel (Atp) pubblicò l’ultimo documento su rilevazione, valutazione e trattamento dell’ipercolesterolemia e a nove anni dall’ultimo aggiornamento di quelle indicazioni, ecco le nuove raccomandazioni...
transparent

giu262012

Abbassare il colesterolo LDL anche nei soggetti a basso rischio: una metanalisi del Cholesterol Treatment Trialists’ (CTT)

Le statine riducono il colesterolo LDL (LDLc) e prevengono gli eventi cardiovascolari, ma la loro efficacia sulla popolazione a basso rischio è controversa. I risultati di una metanalisi del Cholesterol Treatment Trialists’ (CTT) pubblicata su Lancet...
transparent

giu142012

Statine utili anche con rischio cardiovascolare basso

Secondo le attuali linee guida, gli individui a basso rischio di eventi vascolari maggiori non dovrebbero effettuare terapia con statine. Una metanalisi effettuata dai Cholesterol treatment trialists' Ctt Collaborators, gruppo internazionale coordinato...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>