Lipidi

mag72014

Dieta e rischio cardiovascolare: ridurre i grassi non basta

La dieta mediterranea a base di verdure, frutta, pesce, cereali integrali e olio d'oliva riduce gli eventi cardiovascolari più delle diete a basso contenuto di grassi, con effetti uguali o superiori ai benefici osservati negli studi con le statine. Ecco...
transparent
Grassi saturi e rischio cuore, uno studio riaccende il dibattito

mar192014

Grassi saturi e rischio cuore, uno studio riaccende il dibattito

Non ci sono associazioni tra gli acidi grassi saturi totali e il rischio cardiovascolare. Questa affermazione che emerge da una meta-analisi recentemente pubblicata sulla rivista Annals of Internal Medicine riapre un dibattito in realtà mai del tutto...
transparent
Grassi saturi: sono loro i nemici del cuore?

mar142014

Grassi saturi: sono loro i nemici del cuore?

Le diete a basso contenuto di grassi non rallentano le malattie cardiache né aiutano a vivere più a lungo: i veri nemici da combattere sono zuccheri e carboidrati. Lo afferma James DiNicolantonio , ricercatore cardiovascolare di Ithaca, New York, e autore...
transparent
Crolla il mito dei grassi saturi

nov82013

Crolla il mito dei grassi saturi

Grassi saturi? Niente paura. Il burro, il formaggio e, perché no, anche la carne rossa non sono poi così dannosi per il cuore. Però serve da subito un distinguo: i grassi saturi non sono i grassi trans, quelli che si ottengono aggiungendo idrogeno all’olio...
transparent
Eccesso di grassi e rischio di Alzheimer

giu192013

Eccesso di grassi e rischio di Alzheimer

Secondo uno studio pubblicato online su Jama Neurology, il legame con gruppi lipidici di alcune proteine coinvolte nella malattia di Alzheimer sembra influenzare i disturbi cognitivi e i livelli di queste proteine variano con la dieta. «La malattia di...
transparent

dic232011

Ipertrigliceridemia: fenofibrato superiore a omega-3

Gli omega-3 e il fenofibrato hanno effetti simili sulla dilatazione endotelio-dipendente e sui trigliceridi nell'ipertrigliceridemia, ma il fenofibrato mostra un maggiore impatto su lipoproteine e profili metabolici. Lo afferma uno studio – randomizzato,...
transparent

gen212011

Cardiomiopatie dilatative, meno ricoveri con omega-3

Nei pazienti con cardiomiopatia dilatativa non ischemica (Nicm) e sintomatologia contenuta in risposta a terapia medica basata sulle prove, il trattamento con acidi grassi polinsaturi n-3 (omega-3) aumenta la funzione sistolica e la capacità funzionale...
transparent

apr262010

Lipoproteina a, marker di rischio cardiovascolare

Cardiologia Due varianti del gene Lpa risulterebbero strettamente associate a un incremento sia dei livelli plasmatici di lipoproteina a (Lpa) sia del rischio di patologie coronariche. La scoperta è frutto di uno studio pubblicato sul New England...
transparent

mag62009

Cibi naturali e steroli

è opinione diffusa che i fitosteroli presenti nei cibi naturali inibiscano l’assorbimento del colesterolo. La dieta mediterranea è ricca di cibi vegetali contenenti fitosteroli, ed è stato quindi effettuato uno studio, nell’ambito...
transparent

mar32009

Acidi grassi liberi aumentano pressione

Cardiologia-ipertensione L’infusione endovenosa di un’emulsione di acidi grassi provoca un significativo aumento di pressione ed altri effetti collaterali negli afroamericani obesi con diabete di tipo 2. L’incremento degli acidi grassi...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi