Lesioni dell'anca

L’età e la comorbilità influenzano gli esiti della chirurgia dell’anca

set152015

L’età e la comorbilità influenzano gli esiti della chirurgia dell’anca

I pazienti sottoposti a intervento chirurgico per frattura dell'anca sono spesso anziani con comorbilità, cosa che aumenta il rischio di mortalità e morbilità ospedaliera. Questo, almeno, è quanto conclude uno studio uscito...
transparent
Intervento per frattura d’anca: anestesia locale non riduce la mortalità

giu262014

Intervento per frattura d’anca: anestesia locale non riduce la mortalità

Secondo uno studio pubblicato su Jama, tra gli oltre 56.000 adulti sottoposti a chirurgia dell’anca tra il 2004 e il 2011 l'uso dell’anestesia regionale rispetto a quella generale non riduce il rischio di morte a 30 giorni, e abbrevia di poco la degenza...
transparent
Vitamina D protegge anziani da fratture solo in combinazione con calcio

giu102014

Vitamina D protegge anziani da fratture solo in combinazione con calcio

Negli ultrasessantacinquenni l’aggiunta giornaliera di calcio e vitamina D, ma non di quest’ultima da sola, offre protezione contro il rischio di fratture, secondo l’ultima revisione della Cochrane Library. Anca, polso o colonna sono le fratture più frequenti...
transparent
Frattura d’anca: prima si opera meglio è

nov202013

Frattura d’anca: prima si opera meglio è

Più è tempestiva l’operazione, minore è il rischio di morte, polmonite e piaghe da decubito nei pazienti anziani con frattura d’anca. Lo afferma sul Canadian Medical Association Journal una revisione sistematica svolta in collaborazione tra l’Ortopedia...
transparent

dic112012

Frattura d’anca, tardato ricovero aumenta mortalità

Secondo uno studio brasiliano, alcuni decessi collegati alla frattura di femore potrebbero essere evitati migliorando e velocizzando l’accesso alle strutture ospedaliere. I ricercatori hanno analizzato le cartelle cliniche di tutti i pazienti di età pari...
transparent

ott92012

Quale è la posologia ottimale della vitamina D per la prevenzione delle fratture?

I risultati delle varie meta-analisi che avevano esaminano la relazione tra modalità della supplementazione con vitamina D e riduzione del rischio di frattura sono stati contraddittori. Per tale motivo i ricercatori del Center on Aging and Mobility dell’Università...
transparent

lug172012

Vitamina D ad alto dosaggio previene fratture anca

L’integrazione di vitamina D ad alto dosaggio (superiore alle 800 IU giornaliere) si è rivelata favorevole nella prevenzione delle fratture non vertebrali e in particolare dell’anca nelle persone anziane, secondo i dati pubblicati in letteratura e analizzati...
transparent

mag222012

Il clopidogrel non peggiora la prognosi in caso di intervento urgente per frattura d’anca

È ancora dibattuto il problema della gestione terapeutica negli interventi chirurgici in urgenza di pazienti che sono in trattamento antiaggregante o anticoagulante. Un recente studio fa riferimento alla chirurgia ortopedica per frattura d’anca e pone...
transparent

giu132011

Assunzione di calcio e rischio di fratture: un rapporto non lineare

Un graduale aumento dell'apporto di calcio in una popolazione femminile, dai livelli meno elevati a quelli più alti, non si associa a un'ulteriore riduzione del rischio fratturativo o di osteoporosi. È quanto emerge da uno studio longitudinale e prospettico...
transparent

nov52010

Ruolo dell’ibandronato nelle fratture da fragilità

L’osteoporosi e le fratture che ne conseguono rapresentano un rilevante problema nella gestione del paziente anziano, in quanto sono responsabili non solo di invalidità, ma anche di un eccesso di mortalità. Un notevole progresso nella...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community