Ischemia

mag212012

Per ridurre i costi sociali dell'ictus aumentare le Stroke Unit

Nel 2012 si stima che in Italia vi saranno almeno 200mila nuovi casi di ictus, di cui circa 130mila ischemici. L'outcome a 12 mesi evidenzia che, a fronte del 28% di guariti e del 17% di disabili, ma autosufficienti, si avrà una mortalità del 30% e una...
transparent

mag212012

Nessun rischio cardiovascolare da vareniclina

Non risultano significativi incrementi di eventi avversi cardiovascolari gravi durante l'utilizzo di vareniclina per la cessazione dell'abitudine al fumo. È il verdetto di una metanalisi realizzata su 22 trial controllati randomizzati da Judith J....
transparent

mag212012

Smentita relazione tra gengivopatie e malattie cardiovascolari

Il legame causa-effetto tra gengivopatie e patologie cardiovascolari, frequentemente citato negli ultimi anni sulle più prestigiose riviste scientifiche internazionali, non trova conferma in un nuovo, ampio studio epidemiologico realizzato dalla American...
transparent

mag152012

Vitamine B dopo ictus o Tia se antipiastrinici controindicati

I risultati di uno studio australiano supportano l’ipotesi che «le vitamine del gruppo B possano avere un ruolo nella prevenzione di eventi ischemici in soggetti ad alto rischio con allergia, intolleranza o assenza di indicazioni per la terapia antipiastrinica»....
transparent

mag82012

Prescrizione di esami specialistici in caso di sintomi aspecifici

Il fatto A causa di un complesso di disturbi - vomito, cefalea, ipoestesia al braccio destro -, un paziente si recava al pronto soccorso dell’ospedale. Dimesso dopo breve tempo e dopo controlli superficiali, qualche giorno dopo, a causa del perdurare...
transparent

apr202012

Ictus: interventi tempestivi grazie alle stroke unit mobili

Nei pazienti con sospetto ictus, il trattamento attraverso stroke unit mobili riduce sostanzialmente il tempo medio che intercorre tra il momento dell’allarme e la decisione terapeutica. È quanto emerge da uno studio tedesco randomizzato controllato,...
transparent

apr102012

Efficacia e sicurezza di apixaban nel prevenire eventi cerebrovascolari correlati alla fibrillazione atriale: lo studio AVERROES

Sempre più di frequente ci si trova di fronte a pazienti che, pur avendo indicazione ad un trattamento anticoagulante orale, hanno al tempo stesso - per determinate condizioni cliniche o per scarsa compliance - una controindicazione ad esso. Per verificare...
transparent

mar192012

Fibrillazione atriale causa di declino cognitivo e funzionale

La fibrillazione atriale (Fa) è causa di declino cognitivo anche se non vi è un evidente lesione ictale. A sostenerlo, sul Canadian Medical Association Journal ( Cmaj ), è Irene Marzona , ricercatrice del laboratorio di Ricerca in Medicina generale...
transparent

mar22012

Infarto meno ampio con abciximab precoce

La somministrazione precoce di abciximab non porta a ottenere una minore area infartuale - verificata alla Rm con contrasto dopo 6 mesi dall'intervento coronarico percutaneo (Pci) - tranne nei pazienti con più lunghi tempi di trasporto, in cui si associa...
transparent

feb202012

Gb: infarti in calo, ma resta allarme giovani

Infarti dimezzati in Gran Bretagna negli ultimi dieci anni. Sia la prevenzione, sia le cure hanno reso possibile un simile risultato. A evidenziarlo, uno studio condotto dalla Oxford University e pubblicato sul British Medical Journal alla fine di gennaio....
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community