Ischemia

set92014

t-PA ai primi sintomi abbatte rischio disabilità post ictus

Il trattamento trombolitico va somministrato al più presto, subito dopo i primi sintomi dell’ictus, secondo una meta-analisi appena pubblicata su The Lancet. Lo studio, che ha coinvolto quasi 7.000 pazienti con ictus trattati con Alteplase, un attivatore...
transparent
Ictus, risultati incoraggianti da stimolazione magnetica transacranica

ago302014

Ictus, risultati incoraggianti da stimolazione magnetica transacranica

Risultati incoraggianti per il trattamento dei deficit cerebrali dovuti all'ictus sono stati ottenuti sottoponendo a stimolazione magnetica transcranica (Tms) alcuni pazienti. Lo rilevano i ricercatori dell'Istituto Italiano di Tecnologia a Rovereto...
transparent

ago12014

Riperfusione Stemi fuori orario di lavoro: c’è spazio per migliorare

Secondo uno studio pubblicato su Circulation: Cardiovascular Quality and Outcomes, nei pazienti con infarto miocardico acuto che arrivano in ospedale nei giorni feriali, festivi, di notte o nei fine settimana il rischio di morte è più alto del 13% rispetto...
transparent
Bmj, condividere dati su monitoraggio dabigatran. Boehringer: non necessari

lug312014

Bmj, condividere dati su monitoraggio dabigatran. Boehringer: non necessari

Secondo un’inchiesta pubblicata da Bmj, l’azienda produttrice del nuovo anticoagulante orale dabigatran non avrebbe condiviso con le autorità regolatorie tutti i risultati degli studi condotti: «Uno dei punti forti del nuovo anticoagulante orale dabigatran...
transparent
Il rischio di ictus cala mangiando proteine

giu122014

Il rischio di ictus cala mangiando proteine

Chi mangia più proteine con la dieta, specie provenienti dal pesce, ha meno probabilità di avere un ictus rispetto chi segue un’alimentazione a basso contenuto proteico, almeno secondo i risultati di una metanalisi pubblicata su Neurology. «Le nostre...
transparent

mag282014

Dopo un ictus l’attività fisica è la chiave della riabilitazione

Ai pazienti che sopravvivono a un ictus dovrebbe essere prescritto un programma di esercizio fisico per contrastare il decondizionamento fisico e lo stile di vita inattivo, secondo un documento dell’American heart association/American stroke association...
transparent

mag192014

Cardiopatia ischemica: la Tc coronarica migliora le sue prestazioni

La tomografia computerizzata (Tc) coronarica ad alta definizione dimostra una migliorata accuratezza diagnostica nella valutazione delle coronarie anche nei pazienti ad alto rischio di malattia coronarica. Sono queste le conclusioni di un recente studio...
transparent
Dalla metabolomica nuovi marker predittivi di recidiva ictale post-Tia

mag122014

Dalla metabolomica nuovi marker predittivi di recidiva ictale post-Tia

Il ricorso alla metabolomica può migliorare la capacità di predire lo sviluppo di recidive ictali dopo un attacco ischemico transitorio (Tia). Lo dimostrano i dati – presentati a Nizza (Francia), nel corso della XXIII Conferenza europea sull’ictus – da...
transparent
Le fibre prolungano la vita degli infartuati

mag22014

Le fibre prolungano la vita degli infartuati

Chi sopravvive a un attacco di cuore vive più a lungo se segue una dieta ricca di fibre. Ecco, in sintesi, le conclusioni di uno studio pubblicato sul British Medical Journal e coordinato dal Dipartimento di epidemiologia della Harvard School of Public...
transparent
Ictus ischemico acuto: il tempo è la chiave della cura di qualità

apr242014

Ictus ischemico acuto: il tempo è la chiave della cura di qualità

L’implementazione su scala nazionale di un’iniziativa per promuovere una maggiore tempestività della somministrazione endovenosa dell’attivatore tissutale del plasminogeno (tPA) in seguito a un ictus ischemico acuto si associa a una minore mortalità in...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community