Ischemia

set22010

Aterotrombosi: pregressi eventi ischemici innalzano il rischio

Esistono alcuni semplici elementi clinici che permettono di identificare i pazienti ad alto rischio di eventi cardiovascolari ischemici nell’ampio raggio dei soggetti sul territorio con varie manifestazioni iniziali di aterotrombosi. è la conclusione...
transparent

lug152010

Meno fibrillazione con statine post infarto

Una terapia con statine, iniziata entro un mese dalla dimissione ospedaliera, è associata in modo indipendente a una riduzione del rischio di fibrillazione atriale (Af) di nuova insorgenza dopo infarto acuto del miocardio (Ima) o rivascolarizzazione...
transparent

giu182010

Recupero dell’afasia subordinato alla gravità dell’ictus

Come per il recupero delle funzioni motorie, dopo l'ictus esiste una relazione altamente predittivo e proporzionale in natura tra il miglioramento dell'afasia e la compromissione iniziale. Lo suggerisce un'indagine effettuata da Ronald Lazar e collaboratori...
transparent

giu162010

Segni clinici per distinguere gli ictus

Nei pazienti colpiti da ictus in fase acuta alcune caratteristiche cliniche aumentano o riducono la possibilità che si tratti di un evento emorragico. Tuttavia, queste caratteristiche o la loro combinazione non permettono di ottenere una diagnosi...
transparent

mag252010

Prognosi della colite ischemica non post-operatoria

Gastroenterologia I pazienti affetti da colite ischemica (Ic) non post-operatoria con disfunzione renale sono caratterizzati da differenti profili clinici, ma il sesso maschile e la presenza di disfunzione renale aumentano il rischio di esiti avversi;...
transparent

apr282010

Ridotta mortalità da Ace-inibitori nel post-infarto

Cardiologia In pazienti infartuati non selezionati, il trattamento con Ace-inibitori si associa a una riduzione della mortalità a un anno, soprattutto nei soggetti che presentano insufficienza cardiaca o disfunzione renale, e a una lieve diminuzione...
transparent

apr262010

Sca, meno eventi con ticagrelor

Cardiologia Per i pazienti affetti da sindrome coronarica acuta (Sca) per i quali si rende necessaria una strategia invasiva precoce, l'impiego di ticagrelor rappresenterebbe una strategia terapeutica più valida rispetto all'utilizzo di clopidogrel....
transparent

apr262010

Infarto, meno decessi senza fumo

Cardiologia Smettere di fumare prima o dopo episodi acuti di infarto miocardico incrementerebbe in maniera significativa l'incidenza di sopravvivenza nella popolazione cardiovascolare. Lo rivela uno studio appena pubblicato su Journal of the American...
transparent

apr192010

Modelli matematici per soccorso agli infartuati

Al Politecnico di Milano i numeri sono protagonisti di due progetti per ottimizzare i soccorsi in caso d’infarto. «Nel 2008 il laboratorio Mox ha elaborato modelli matematici per razionalizzare questo tipo di interventi in tutta la provincia» spiega...
transparent

apr192010

Cuori rosa trascurati

Stanchezza improvvisa, nausea, emicrania, vertigine: una donna colpita da questi sintomi difficilmente pensa che siano campanelli d’allarme per l’infarto. Medici, mezzi d’informazione, programmi Tv spiegano, infatti, che generalmente un...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community