Ischemia miocardica

mag32011

Stemi e malattia multivascolare: sicura la rivascolarizzazione

Nei pazienti colpiti da infarto miocardico con sopraslivellamento ST (Stemi) e malattia multivascolare (Mvd), la rivascolarizzazione multivascolare appare sicura rispetto a quella della sola arteria culprit. È il risultato di una metanalisi condotta da...
transparent

apr272011

Irbesartan ed eventi cardiovascolari nei pazienti con FA: una speranza non mantenuta

L’ipotesi da cui sono partiti i ricercatori dello studio ACTIVE I, quella cioè che un farmaco bloccante del recettore dell’angiotensina potesse contribuire a ridurre i rischi di eventi cardiovascolari nei pazienti con FA, non è stata convalidata dai risultati...
transparent

apr272011

Mammografia: un possibile ulteriore utilizzo clinico

La presenza di calcificazioni delle arterie mammarie (BAC) viene giustamente ritenuta un reperto di nessun interesse oncologico e spesso non viene riportata nel referto mammografico. Poichè è nota la sua associazione con la malattia coronarica (CHD),...
transparent

apr272011

Post hoc analisi dello Studio DIGAMI 2

Quando lo studio originale si è concluso nel dicembre 2003, a tutti i centri sono state chieste ulteriori informazioni (causa e data della morte, quando applicabile, e la insorgenza di reinfarto miocardico o di ictus) fino al Dicembre 2005. Al termine...
transparent

apr202011

Mancata esecuzione degli enzimi cardiaci di necrosi miocardica

Corte di cassazione - La Suprema corte ha confermato la sentenza di assoluzione pronunciata dalla Corte d’appello in favore del medico di P.S. che, secondo l’accusa, aveva sottovalutato la sintomatologia presentata dal paziente presentatosi presso il...
transparent

apr42011

Troponina: valori soglia ridotti migliorano diagnosi infarto

Nei pazienti con sospetta sindrome coronarica acuta (Acs), l'esecuzione di un esame della troponina sensibile dà luogo a un aumento delle diagnosi di infarto miocardico (Im) e permette di identificare i pazienti ad alto rischio di Im ricorrente e morte....
transparent

mar212011

Prevenzione primaria, gli anziani sono più attenti ai rischi

Quando devono decidere se assumere un farmaco cardiovascolare, i pazienti della terza età pongono maggiore attenzione ai suoi potenziali effetti collaterali piuttosto che ai benefici. Perciò, quando si intende prescrivere uno di questi medicinali a un...
transparent

mar212011

Test rapido per l'esclusione di infarto al vaglio sul web

Il Nice (National institute for health and clinical excellence) britannico ha aperto una consultazione su una bozza di linea guida che raccomanda l’esecuzione di un test enzimatico per migliorare la diagnosi di esclusione di infarto miocardico nei pazienti...
transparent

mar212011

Tanti i geni da infarto

Sono pubblicati su Nature Genetics on line i risultati di due ricerche che, complessivamente, hanno analizzato il DNA di più di 210.000 persone di origine europea e asiatica, 85.000 delle quali con malattia coronarica. I due studi hanno identificato rispettivamente...
transparent

mar152011

Prevenzione secondaria con antipertensivi nei non ipertesi

Nei pazienti con storia clinica di malattia cardiovascolare (Cvd) ma senza ipertensione, un trattamento antipertensivo per la prevenzione secondaria di eventi vascolari si associa a un ridotto rischio di ictus, scompenso cardiaco cronico, e morte per...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community