Ischemia miocardica

Stent e bypass non migliorano la sopravvivenza in caso di malattia ischemica stabile

apr32020

Stent e bypass non migliorano la sopravvivenza in caso di malattia ischemica stabile

Quattro studi pubblicati sul New England Journal of Medicine suggeriscono nell'insieme che, nei pazienti con cardiopatia ischemica stabile , le procedure invasive come bypass e stenting non sono migliori dei cambiamenti di stile di vita unti alla...
transparent
Maggior rischio di ictus e cardiopatia ischemica con l’insonnia

dic132019

Maggior rischio di ictus e cardiopatia ischemica con l’insonnia

Secondo uno studio cinese, alcuni sintomi dell'insonnia sono associati a un maggior rischio di malattie cardio-cerebrovascolari (CCVD). In particolare sono la difficoltà nell'iniziare o mantenere il sonno (DIMS), il risveglio del mattino (EMA)...
transparent

mar252019

Infarto, test della troponina può essere fuorviante. Ecco perché

Il limite superiore di normalità per il test della troponina cardiaca ad alta sensibilità indicato dal produttore potrebbe essere troppo basso e quindi diventare fuorviante, secondo uno studio pubblicato sul British Medical Journal. «Su...
transparent
Protocollo per la gestione dell’infarto migliora la sopravvivenza delle donne

mar162018

Protocollo per la gestione dell’infarto migliora la sopravvivenza delle donne

L'implementazione di un protocollo in quattro fasi per gestire gli infarti con sovraslivellamento del tratto ST (STEMI) non solo migliora i risultati e riduce la mortalità sia negli uomini che nelle donne, ma elimina o riduce anche le disparità...
transparent

set112017

Ischemia silente, prevalenza in calo grazie a migliore gestione dei fattori di rischio

Secondo uno studio pubblicato su Diabetic Medicine, si è assistito nel tempo a una notevole diminuzione della prevalenza di ischemia miocardica silente e a un miglioramento nel controllo dei principali fattori di rischio della malattia cardiovascolare....
transparent
La prevenzione della recidiva ischemica miocardica: priorità clinica e sanitaria

dic192016

La prevenzione della recidiva ischemica miocardica: priorità clinica e sanitaria

«Oltre a rappresentare un elemento di gravità clinica, la recidiva ischemica miocardica è un pesante problema di spesa sanitaria: ulteriore motivo per tenere la prevenzione secondaria in grande considerazione e dedicarle le necessarie risorse»....
transparent
Cardiomiopatia da stress, stessa mortalità dei pazienti ricoverati per infarto

ott22015

Cardiomiopatia da stress, stessa mortalità dei pazienti ricoverati per infarto

Secondo uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine, la sindrome di takotsubo, nota anche come cardiomiopatia da stress o più semplicemente sindrome da crepacuore, non è una patologia benigna come si pensava, ma può...
transparent
Doppia terapia antiaggregante prolungata: per stent di metallo nudo mancano dati

mar192015

Doppia terapia antiaggregante prolungata: per stent di metallo nudo mancano dati

Diciotto mesi in più di doppia terapia antiaggregante nei pazienti che hanno ricevuto uno stent coronarico di metallo nudo non hanno sortito differenze significative nei tassi di trombosi dell'impianto né in quelli relativi agli eventi cardiaci...
transparent

ott102014

Sintomi da stress postraumatico dopo ischemia cerebrale transitoria

Secondo uno studio pubblicato su Stroke, un attacco ischemico transitorio (Tia) può aumentare il rischio di sviluppare disturbi da stress post-traumatico (Ptsd). «Dato che il 15% circa degli ictus ischemici sono preceduti da un Tia, questi ultimi sono...
transparent

mag192014

Cardiopatia ischemica: la Tc coronarica migliora le sue prestazioni

La tomografia computerizzata (Tc) coronarica ad alta definizione dimostra una migliorata accuratezza diagnostica nella valutazione delle coronarie anche nei pazienti ad alto rischio di malattia coronarica. Sono queste le conclusioni di un recente studio...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>