insonnia

nov182021

Aneurisma cerebrale potenzialmente fatale, l'insonnia può aumentare il rischio di rottura

Assieme ai già noti fumo e ipertensione, anche l' insonnia può essere un potenziale fattore di rischio di emorragia cerebrale da rottura di aneurisma, almeno secondo uno studio appena pubblicato sul Journal of American Heart Association....
transparent
Covid-19, nel lockdown il tempo serale davanti agli schermi ha aumentato i problemi di insonnia

giu42021

Covid-19, nel lockdown il tempo serale davanti agli schermi ha aumentato i problemi di insonnia

L'aumento del tempo trascorso davanti agli schermi alla sera durante il lockdown a causa di Covid-19 ha un influsso negativo sulla qualità del sonno , secondo uno studio pubblicato su Sleep. Durante il periodo di lockdown in Italia, il volume...
transparent
Risorse alternative: valeriana contro l’insonnia e probiotici in caso di sintomi gastrointestinali da stress

apr272021

Risorse alternative: valeriana contro l’insonnia e probiotici in caso di sintomi gastrointestinali da stress

È noto che uno dei più gravi effetti collaterali dello stress è rappresentato dall'insonnia, problema clinico per altro con una delle più alte prevalenze nella popolazione. È caratterizzata da difficoltà nell'iniziare o mantenere...
transparent
Insonnia, la Nocturia interessa anche i giovani. Cause e trattamento

set152020

Insonnia, la Nocturia interessa anche i giovani. Cause e trattamento

La Nocturia , Nicturia o Poliuria notturna, consiste nella necessità di urinare una o più volte durante la notte e interessa il 20% degli uomini giovani e il 90% degli over 80, ma è uno dei disturbi meno riferiti al medico curante....
transparent
Insonnia, da Società scientifiche italiane: raccomandazioni su valutazione e cura

ago42020

Insonnia, da Società scientifiche italiane: raccomandazioni su valutazione e cura

Insonnia, problema molto diffuso, ancora poco diagnosticato, che necessita di diagnosi precise e e interventi adeguati. Cinque Società Scientifiche italiane hanno raggiunto un accordo sulla valutazione e il trattamento dell'insonnia nella pratica...
transparent
Covid-19 ed epilessia: aumento crisi, disturbi del sonno e sintomi depressivi. Ecco gli effetti del lockdown

mag222020

Covid-19 ed epilessia: aumento crisi, disturbi del sonno e sintomi depressivi. Ecco gli effetti del lockdown

Peggioramento delle crisi epilettiche in circa il 20% dei casi, disturbi del sonno nel 46,9% e sintomi depressivi nel 19%. Questi gli effetti del lockdown sulle persone con epilessia che la Fondazione Lega italiana contro l'epilessia (Lice) ha fotografato...
transparent
Coronavirus: per il benessere del sonno in quarantena attivati un servizio di consulenza e uno studio

apr62020

Coronavirus: per il benessere del sonno in quarantena attivati un servizio di consulenza e uno studio

Un servizio di consulenza telematico gratuito per chi soffre di insonnia , di disturbi del sonno o di alterazioni sonno-veglia nei giorni di isolamento casalingo a causa del Covid-19 sarà attivo da lunedì 6 aprile grazie all'Associazione...
transparent
Maggior rischio di ictus e cardiopatia ischemica con l’insonnia

dic132019

Maggior rischio di ictus e cardiopatia ischemica con l’insonnia

Secondo uno studio cinese, alcuni sintomi dell'insonnia sono associati a un maggior rischio di malattie cardio-cerebrovascolari (CCVD). In particolare sono la difficoltà nell'iniziare o mantenere il sonno (DIMS), il risveglio del mattino (EMA)...
transparent

gen312019

Insonnia in menopausa, intervento comportamentale può mitigare i sintomi di depressione

Secondo uno studio pubblicato su Sleep Medicine, le donne in menopausa che ricevono trattamenti comportamentali per l'insonnia possono avere meno sintomi di depressione rispetto a quelle che non ricevono cure per questo problema. «Possiamo aggiungere...
transparent
Insonnia, nuove linee guida su somministrazione degli agonisti dei recettori delle benzodiazepine

mag232018

Insonnia, nuove linee guida su somministrazione degli agonisti dei recettori delle benzodiazepine

Le nuove linee guida di pratica clinica pubblicate su Canadian Family Physician si concentrano sull'aiutare i medici a ridurre in sicurezza le prescrizioni di agonisti dei recettori delle benzodiazepine (BZRA) in pazienti adulti. Le raccomandazioni contenute...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi