Inibitori della proteasi

Hiv, nuova associazione in un’unica compressa giornaliera

feb252016

Hiv, nuova associazione in un’unica compressa giornaliera

Arriva sul mercato italiano la nuova associazione a dose fissa in unica compressa di darunavir (inibitore della proteasi) potenziato con cobicistat (booster di nuova generazione) per il trattamento dell'Hiv. Lo annuncia una nota dell'azienda produttrice...
transparent

giu122012

Boceprevir e telaprevir nelle epatopatie da HCV genotipo 1: indicazioni delle linee guida NICE su vantaggi terapeutici, modalità d’impiego, eventi avversi e rapporto costi/benefici

Il boceprevir (B) e il telaprevir (T) sono farmaci antivirali che inibiscono la proteasi NS3/4A, enzima fondamentale per la replicazione del virus dell’epatite C (HCV). Sono stati condotti in passato studi controllati di fase III, nei quali B o T erano...
transparent

feb132011

Il timing dello switch farmacologico nei bambini con Hiv

Nei bambini con infezione da Hiv ritardare lo switch della terapia antiretrovirale (Art) basata sugli inibitori della proteasi (Pi) potrebbe essere una strategia ragionevole in considerazione della limitazione delle future opzioni terapeutiche, poiché...
transparent

ott222010

Epatite C cronica: bene inibitore di polimerasi e proteasi per os

Il giudizio è positivo: una combinazione orale costituita da un inibitore analogo nucleosidico della polimerasi insieme a un inibitore della proteasi si rivela promettente nei pazienti affetti da epatite C cronica. La conclusione è firmata...
transparent

dic102007

Proteasi-inibitore nella fibrosi cistica

Pneumologia-fibrosi cistica L’eccesso di elastasi è associato all’incapacità di eliminare le infezioni polmonari nei pazienti con fibrosi cistica, ma ciò può essere contrastato dall’assunzione di un proteasi-inibitore...
transparent

dic42007

Chagas: inibitori proteasi possibile cura?

Malattie infettive-apparato cardiovascolare In studi su ratti immunodeficienti, un inibitore delle proteasi in stadio di sviluppo preclinico tardivo ha mostrato attività nei confronti del morbo di Chagas, un’infezione causata dal parassita...
transparent

set102007

Proteasi-inibitori bloccano trasporto colesterolo

Malattie infettive-infezioni sistemiche E’ stato scoperto un meccanismo chiave tramite cui i proteasi-inibitori promuovono l’arteriosclerosi e le malattie cardiovascolari nei soggetti con infezione da Hiv: essi infatti inibiscono l’efflusso...
transparent

lug162007

Inibitori proteasi bloccano il colesterolo nell’HIV+

Malattie infettive-infezioni sistemiche E’ stato scoperto un meccanismo chiave tramite cui i proteasi-inibitori promuovono l’arteriosclerosi e le malattie cardiovascolari nei soggetti con infezione da Hiv: essi infatti inibiscono l’efflusso...
transparent

lug62007

Hiv: proteasi-inibitori contribuiscono alla dislipidemia nelle donne

Malattie infettive-infezioni sistemiche Le donne con infezione da Hiv non trattate presentano livelli di colesterolo HDL più bassi e livelli di trigliceridi più elevati rispetto a quelle non infette: ciò è aggravato dai trattamenti...
transparent

lug22007

Ispessimento carotideo non influenzato da Hiv o terapia con proteasi-inibitori

Arteriopatie periferiche Nè l’infezione da Hiv nè la terapia con proteasi-inibitori (PI) sembrano influenzare il tasso di progressione dell’ispessimento di intima e media carotidee, nonostante le anomalie lipidiche che sono state...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi