Inibitori della proteasi dell'HIV

nov232020

L’uso di farmaci contro l'Hiv e l'epatite B si associa a un ridotto rischio di diabete

Una classe di farmaci usati per trattare l' Hiv e l' epatite B sembra prevenire lo sviluppo del diabete in una percentuale sostanziale di pazienti, secondo quanto conclude uno studio pubblicato su Nature Communications. «Gli inibitori nucleosidici della...
transparent
Covid-19, farmaci anti-Hiv in combinazioni non efficaci come trattamento

ott92020

Covid-19, farmaci anti-Hiv in combinazioni non efficaci come trattamento

I risultati dello studio Recovery, pubblicati su Lancet, non supportano l'uso di lopinavir-ritonavir per il trattamento di pazienti ricoverati con Covid-19. «Il trattamento con lopinavir-ritonavir non riduce in modo significativo i decessi, la durata...
transparent
Hiv, disponibile in Italia nuovo regime a due farmaci: pari efficacia e più tollerabilità e aderenza

giu262020

Hiv, disponibile in Italia nuovo regime a due farmaci: pari efficacia e più tollerabilità e aderenza

Una "rivoluzione" nel campo della terapia dell' Hiv , con la possibilità di un trattamento basato su due farmaci in un'unica compressa giornaliera. Così è stata definito, nel corso di un simposio web, il regime a due farmaci antiretrovirali,...
transparent
Fostemsavir, nuova speranza per i pazienti con Hiv-1 pluriresistente

mag82020

Fostemsavir, nuova speranza per i pazienti con Hiv-1 pluriresistente

Nei pazienti con infezione da Hiv-1 pluriresistente , con opzioni terapeutiche limitate, il trattamento con fostemsavir durante i primi otto giorni di terapia ha mostrato una riduzione significativamente maggiore del livello di Rna di Hiv-1 rispetto...
transparent
Francia, Aids: il virus arretra in ragazza sieropositiva. L’esperto: caso interessante ma non affrettare conclusioni

lug212015

Francia, Aids: il virus arretra in ragazza sieropositiva. L’esperto: caso interessante ma non affrettare conclusioni

Una ragazza nata sieropositiva nel 1996, che aveva interrotto i trattamenti antiretrovirali ben 12 anni fa, mostra ancora una regressione dal virus Hiv: l'annuncio è stato dato lunedì, alla conferenza della International Aids Society (Ias)...
transparent

nov82011

La saga della simvastatina: attenzione agli 80 mg, ma non solo

L’8 giugno 2011 l’FDA ha diffuso un nuovo avvertimento sul pericolo connesso all’assunzione di alte dosi del farmaco. Questo è un problema che interessa non solo i circa 2 milioni di pazienti negli USA che assumono 80 mg di simvastatina, ma anche un gran...
transparent

feb132011

Il timing dello switch farmacologico nei bambini con Hiv

Nei bambini con infezione da Hiv ritardare lo switch della terapia antiretrovirale (Art) basata sugli inibitori della proteasi (Pi) potrebbe essere una strategia ragionevole in considerazione della limitazione delle future opzioni terapeutiche, poiché...
transparent

ott182007

HIV, risposta antiretrovirale a volte sufficiente

Malattie infettive-infezioni sistemiche I pazienti con infezione da Hiv altamente resistente che vengono trattati con un regime non completamente soppressivo possono mantenere comunque una risposta immunologica e virologica durevole. In ogni caso, le...
transparent

set102007

Proteasi-inibitori bloccano trasporto colesterolo

Malattie infettive-infezioni sistemiche E’ stato scoperto un meccanismo chiave tramite cui i proteasi-inibitori promuovono l’arteriosclerosi e le malattie cardiovascolari nei soggetti con infezione da Hiv: essi infatti inibiscono l’efflusso...
transparent

lug22007

Ispessimento carotideo non influenzato da Hiv o terapia con proteasi-inibitori

Arteriopatie periferiche Nè l’infezione da Hiv nè la terapia con proteasi-inibitori (PI) sembrano influenzare il tasso di progressione dell’ispessimento di intima e media carotidee, nonostante le anomalie lipidiche che sono state...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi