Inibitori dell'assorbimento del neurotrasmettitore

Antidepressivi non aumentano il rischio di difetti cardiaci in gravidanza

lug42014

Antidepressivi non aumentano il rischio di difetti cardiaci in gravidanza

Secondo uno studio pubblicato sul New England journal of medicine, l’uso di antidepressivi nel primo trimestre di gravidanza non aumenta il rischio di anomalie cardiache. «La depressione colpisce il 10-15% delle gestanti e l'uso di antidepressivi è gradualmente...
transparent

feb262013

Il potenziale aritmogeno dei farmaci antidepressivi

Un ponderoso studio americano ha valutato l’effetto sul QTc (importante marker di rischio per l’insorgenza di aritmie ventricolari) di alcuni fra i più utilizzati antidepressivi del gruppo degli inibitori del re-uptake della serotonina (SSRI), mettendoli...
transparent

gen72013

Serotoninergici sicuri in gravidanza

L’assunzione di farmaci antidepressivi durante la gravidanza non sembra comportare rischi per la salute del nascituro: secondo un ampio studio svedese, infatti, non ci sarebbe un’associazione significativa tra uso di inibitori selettivi del reuptake della...
transparent

dic192012

Attenzione agli antidepressivi: possono causare infertilità

Gli inibitori del re-uptake della serotonina (SSRIs) come per es. la fluoxetina, la sertralina, la paroxetina e il citalopram, molto utilizzati nelle sindromi depressive, vengono utilizzati, con un certo successo, anche  per il trattamento della...
transparent

ott232012

Depressione materna e Ssri alterano sviluppo linguaggio figli

La depressione materna e una comune classe di antidepressivi possono alterare un periodo cruciale dello sviluppo del linguaggio nei bambini, secondo uno studio proveniente dalla University of British Columbia di Vancouver (Canada) e della Harvard university...
transparent

mar282012

SSRI e cadute con conseguenze dannose nei pazienti con demenza

Agli anziani sono frequentemente prescritti farmaci antidepressivi. La correlazione fra l’uso di tali farmaci ed il rischio di cadute è già ampiamente nota: un recente studio ha il pregio di correlare il rischio incrementale di cadute con conseguenze...
transparent

ott62011

Antipiastrinici post-Ima più Ssri e rischio di sanguinamento

I pazienti che, dopo un infarto miocardico, assumono acido acetilsalicilico (Asa) o una doppia terapia antipiastrinica insieme a un Ssri per una concomitante depressione sono a maggiore rischio di sanguinamento. Lo rivela uno studio retrospettivo di coorte,...
transparent

set82011

Ssri assunti dalla madre, rischio autismo per il feto

L'esposizione in utero agli antidepressivi Ssri (inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina) può aumentare moderatamente il rischio di disordini dello spettro autistico, in particolare se l’assunzione del farmaco da parte della madre avviene...
transparent

feb22011

Escitalopram riduce le vampate in menopausa

Nelle donne sane in menopausa, l’assunzione di 10-20 mg/die di escitalopram, inibitore della ricaptazione della serotonina, riduce, rispetto al placebo, la frequenza e la gravità delle vampate di calore dopo otto settimane di follow up. Sono queste le...
transparent

ott182010

Dati sulla reboxetina inficiati dal bias di pubblicazione

Un chiaro invito alla prudenza: un gruppo di ricercatori tedeschi afferma che reboxetina è globalmente un antidepressivo inefficace e potenzialmente dannoso. L'evidenza pubblicata � scrivono - è gravata dal publication bias e c'è urgente...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi