Infarto miocardico

mag122008

MDCT cardiaca: comuni reperti accidentali

Cardiologia-cardiopatia ischemica I reperti accidentali sono comuni negli adulti sani sottoposti a MDCT cardiaca. I medici devono dunque essere consapevoli del fatto che questi reperti, ed in particolare noduli polmonari, sono comuni durante le MDCT cardiache...
transparent

mar252008

Curare il tipo 2 salvando cuore e ossa

Endocrinologia-diabete Un recente studio supporta la teoria secondo cui il trattamento con tiazolidinedioni (TZD) sia associato a una diminuzione dell’osteoprotegerina circolante e a una minore prevalenza di ischemia miocardica silente nei pazienti...
transparent

ott12007

Riabilitare i cuori depressi

Psichiatria-sindromi affettive I pazienti che cadono in depressione dopo un evento coronarico maggiore presentano una mortalità significativamente superiore rispetto a quelli non depressi, ma la riabilitazione cardiaca e l’esercizio possono...
transparent

set132007

Infarto acuto raro negli adolescenti

Cardiologia-cardiopatia ischemica L’infarto miocardico acuto è piuttosto raro fra gli adolescenti, ma quando interviene è spesso associato ad abuso di droghe, tabacco e sesso maschile. Bench� l’infarto miocardico sia considerato...
transparent

set32007

L’iperglicemia a digiuno è un brutto segno

Cardiopatia ischemica Un quarto dei pazienti infartuati presentano elevati livelli glicemici a digiuno, e la presenza di una glicemia al di sopra dei 110 mg/dl a digiuno è predittiva di mortalità cardiovascolare e di insufficienza cardiaca...
transparent

lug192007

Tiazolidinedioni connessi a rischio tumorale

Endocrinologia-diabete I pazienti diabetici, specie se di sesso femminile, che assumono tiazolidinedioni (TZD) sono esposti ad un aumento del rischio tumorale. In questi farmaci dunque c’è più di quanto sia immediatamente evidente, ed...
transparent

lug162007

Il cuore va peggio con la personalità D

Cardiologia-insufficienza cardiaca I pazienti con insufficienza cardiaca e personalità di tipo D, ossia che sperimentano un’ampia gamma di sentimenti negativi ma non li condividono per paura di rifiuto o disapprovazione, sono a rischio di esiti...
transparent

lug92007

L’infarto peggiore è iperglicemico

Cardiopatia ischemica Un quarto dei pazienti infartuati presentano elevati livelli glicemici a digiuno, e la presenza di una glicemia al di sopra dei 110 mg/dl a digiuno è predittiva di mortalità cardiovascolare e di insufficienza cardiaca...
transparent

lug22007

Tumore prostatico: terapia ormonale aumenta rischio infarto

Cardiopatia ischemica In alcuni pazienti anziani, la soppressione androgenica quale terapia per il tumore prostatico potrebbe determinare la comparsa più precoce di un infarto miocardico. Negli uomini di età minima pari a 65 anni con cardiopatie...
transparent

giu182007

Cardiopatia ischemica: HAART aumenta il rischio

Cardiopatia ischemica Rispetto alla popolazione generale, i pazienti con Hiv che ricevono terapia HAART presentano un rischio di cardiopatia ischemica raddoppiato: l’aumento del rischio emerge precocemente dopo l’inizio della terapia. Essa comporta...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community