infarto del miocardio

apr212017

Testato patch cellulare che migliora la funzione cardiaca

I risultati di uno studio di fase I pubblicato sul Journal of American Heart Association, una rivista open access delle American Heart Association e American Stroke Association, mostrano che i pazienti con insufficienza cardiaca trattati con patch realizzate...
transparent

apr212017

Infarto, esercizio fisico associato a miglioramento della sopravvivenza

L'esercizio fisico è associato a un miglioramento della sopravvivenza dopo un attacco cardiaco secondo uno studio pubblicato sullo European Journal of Preventive Cardiology. «Sappiamo che l'esercizio è protettivo rispetto all'infarto» afferma...
transparent
Il dolore toracico non diagnosticato dopo sei mesi si associa un aumentato rischio di infarto miocardico

apr192017

Il dolore toracico non diagnosticato dopo sei mesi si associa un aumentato rischio di infarto miocardico

Secondo uno studio pubblicato sul Bmj, primo autore Kelvin Jordan dell'Arthritis Research UK Primary Care Center alla Keele University, nel Regno Unito, la maggior parte dei pazienti che consultano il medico di medicina generale lamentando un dolore...
transparent

feb172017

Infarto del miocardio, rischio più elevato associato alle nevicate

Secondo un nuovo studio pubblicato sul Canadian Medical Association Journal, le nevicate sono associate a un rischio più elevato di ricovero ospedaliero per infarto del miocardio, soprattutto negli uomini. Nathalie Auger , dello University of...
transparent

gen272017

L’enolasi neurone specifica predice il recupero cerebrale nei pazienti colpiti da arresto cardiaco

Il biomarcatore enolasi neurone-specifica (Nse) è un forte predittore di recupero cerebrale nei pazienti con infarto miocardico acuto rimasti incoscienti per tre o più giornate, secondo uno studio pubblicato su PLoS One coordinato da Sebastian...
transparent
Sepsi, riammissioni ospedaliere a 30 giorni piuttosto frequenti

gen242017

Sepsi, riammissioni ospedaliere a 30 giorni piuttosto frequenti

Rispetto alle diagnosi di infarto miocardico, insufficienza cardiaca, broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco) e polmonite, i ricoveri per sepsi rappresentano negli Stati Uniti una significativa percentuale di riammissioni non pianificate entro 30...
transparent

nov42016

Ipercolesterolemia familiare: screening precoce previene attacchi cardiaci

I ricercatori del Wolfson Institute of Preventive Medicine, della Queen Mary University di Londra, stimano che in Inghilterra e Galles una strategia di screening messa in atto dalla sanità pubblica potrebbe prevenire ogni anno circa 600 attacchi...
transparent
Dopo la rivascolarizzazione coronarica, l’aderenza fa la differenza

ott282016

Dopo la rivascolarizzazione coronarica, l’aderenza fa la differenza

Dopo la rivascolarizzazione coronarica, l'aderenza alla terapia medica è determinante ai fini della prognosi, Indipendentemente dal tipo di intervento: è questa la conclusione dello studio pubblicato da Paul Kurlansky e colleghi della...
transparent
transparent

set302016

Disturbi sessuali dopo infarto richiedono consulto medico

Sebbene gran parte dei pazienti più giovani colpiti da infarto cardiaco acuto (Ima) facciano sesso a un anno dall'evento acuto, una donna su 15 e un uomo su 20 hanno elevate probabilità di ritardare o di non riprendere l'attività...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>