infarto del miocardio

Infarto, nelle festività natalizie il rischio aumenta. La causa è lo stress emotivo

dic182018

Infarto, nelle festività natalizie il rischio aumenta. La causa è lo stress emotivo

Il rischio di infarto è particolarmente alto alla sera della vigilia di Natale, soprattutto per gli anziani e le persone malate, molto probabilmente a causa di un maggiore stress emotivo. Questo almeno è quanto ha rilevato uno studio svedese...
transparent

nov292018

Infarto miocardico acuto trattato con procedure invasive, la fragilità aumenta il rischio emorragico

La fragilità aumenta le probabilità di emorragie maggiori negli anziani con infarto miocardico acuto gestito con metodiche invasive, secondo uno studio pubblicato su JACC: Cardiovascular Interventions da cui emerge che nei pazienti ricoverati...
transparent

ott182018

Infarti non riconosciuti: a 10 anni la mortalità è simile a quella degli infarti noti

Secondo uno studio pubblicato su JAMA Cardiology, gli infarti non riconosciuti, che si riscontrano solo con la risonanza magnetica cardiaca, sono associati a un rischio di mortalità aumentato a lungo termine rispetto alle persone senza infarti,...
transparent
Rischio cardiovascolare, vantaggi da abbassamento colesterolo Ldl oltre i valori consigliati

ago22018

Rischio cardiovascolare, vantaggi da abbassamento colesterolo Ldl oltre i valori consigliati

Un abbassamento dei valori del colesterolo LDL (LDL-C) oltre quelli che sono gli attuali limiti inferiori potrebbe ulteriormente ridurre il rischio cardiovascolare, secondo i risultati di uno studio pubblicato su JAMA Cardiology. «Nella Cholesterol Treatment...
transparent
Statine ad alta intensità post-infarto, donne meno trattate degli uomini

apr182018

Statine ad alta intensità post-infarto, donne meno trattate degli uomini

Negli Stati Uniti le donne che hanno avuto attacchi di cuore hanno meno probabilità rispetto agli uomini di ricevere statine ad alta intensità come sarebbe invece raccomandato per prevenire ulteriori infarti e ictus. È quanto emerge da una...
transparent

dic102017

Infarto miocardico, Ppi non si associano ad aumento del rischio

Secondo i risultati di uno studio pubblicato su Gastroenterology, i pazienti che assumono inibitori di pompa protonica (PPI) hanno probabilità sovrapponibili a quelle dei coetanei in terapia con degli antagonisti dei recettori istaminici H2 (H2RA)...
transparent
Patologie tempo dipendenti, Simeu: oltre la metà dei casi in Pronto soccorso

set202017

Patologie tempo dipendenti, Simeu: oltre la metà dei casi in Pronto soccorso

Più del 50% delle patologie tempo dipendenti passano dal pronto soccorso. È quanto emerge da una raccolta dati promossa da Simeu su un campione di 92 pronto soccorso che rappresentano circa 5 milioni di passaggi all'anno, un quarto del totale nazionale....
transparent
Malattie cardiovascolari, nuove raccomandazioni Uspstf per uno stile di vita sano

lug132017

Malattie cardiovascolari, nuove raccomandazioni Uspstf per uno stile di vita sano

La U.S. Preventive Services Task Force (Uspstf) in una raccomandazione pubblicata su Jama afferma che i professionisti dovrebbero personalizzare la decisione di offrire consulenza agli adulti non obesi che non presentano ipertensione, anomali valori di...
transparent

mag52017

Infarto, in emergenza potrebbe essere escluso con misura troponina associata a Ecg

Una sola misurazione di troponina cardiaca T ad alta sensibilità (hs-cTnT) e un elettrocardiogramma possono essere sufficienti a escludere l'infarto miocardico acuto nei pazienti che si presentano al pronto soccorso con dolore toracico, secondo...
transparent

mag52017

Gise: Italia primeggia in Europa per la cura dell’infarto

A Firenze, nel corso di "Thinkheart with GISE", appuntamento promosso dalla Società italiana di cardiologia interventistica (GISE), è stato presentato Il Rapporto di attività GISE 2016. «Ogni anno, dalla fine degli anni '80, GISE...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>