Glicoproteine

lug162007

inibitore NO-sintasi fattore di rischio per i diabetici

Endocrinologia-diabete Elevati livelli di inibitore endogeno della NO-sintasi (ADMA) aumentano il rischio di eventi cardiovascolari di più del doppio nei pazienti con diabete di tipo 2, e se in concomitanza risultano elevati anche i livelli di CRP,...
transparent

giu182007

Fibrillazione atriale: PCR dopo cardioversione indica recidiva

Aritmie Dopo la cardioversione elettrica della fibrillazione atriale, elevati livelli di PCR sono legati ad un incremento del rischio di recidiva a lungo termine. L’infiammazione locale e sistemica potrebbe essere correlata alla patogenesi della...
transparent

mag302007

Morbo di Alzheimer: elevata produzione IL-1 e TNF-alfa connessa al rischio

Neurologia-demenze Un’elevata produzione spontanea di IL-1 o TNF.alfa da parte delle cellule mononucleate del sangue periferico è associata ad un aumento dell’incidenza del morbo di Alzheimer. Un incremento del livello di queste citochine...
transparent

mag292007

H. pylori: lattoferrina e probiotici migliorano risultati terapia

Gastroenterologia-stomaco Il trattamento standard con due antibiotici e un inibitore della pompa protonica non riesce ad eradicare l’H. pylori nel 25 percento circa dei pazienti trattati per gastrite o ulcera peptica, ma l’integrazione con lattoferrina...
transparent

apr52007

Artrite psoriasica: Blocco TNF ha effetti misti sul profilo lipidico

Reumatologia Nei pazienti con artrite psoriatica, i bloccanti del TNF diminuiscono alcuni fattori di rischio cardiovascolare e ne aumentano altri. Benchè la maggior parte dei fattori di rischio lipidici vengono smossi in direzioni favorevoli, sarebbe...
transparent

apr32007

Recettori neurotrofina regolano riparazioni epatiche

Epatologia Il recettore della neurotrofina p75NTR, un membro della famiglia dei recettori per il TNF, svolge un ruolo nella guida della differenziazione delle cellule epatiche stellate (HSC) che si ha durante la riparazione dei danni a carico dei fegati...
transparent

feb152007

Artrite reumatoide: efficace cambiare TNF-alfa bloccante

Farmacologia Se i pazienti con artrite reumatoide non riescono a tollerare o non rispondono ad un agente anti-TNF-alfa, probabilmente potranno proseguire la terapia con un secondo agente dello stesso tipo, anche se un significativo numero di questi pazienti...
transparent

gen312007

Spondilartrite: blocco TNF-alfa non inibisce anchilosi

Il trattamento con recettori del TNF-alfa di solito usati per la terapia delle malattie infiammatorie non previene l’anchilosi articolare e spinale in un modello murino di spondilartrite. L’inibizione del TNF-alfa riduce i sintomi infiammatori...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi