Ginecologia

dic42016

Disturbi del sonno in menopausa: ecco i fattori predittivi del rischio

Diversi fattori in pre-menopausa predicono l'aumento del rischio post-menopausale di disturbi del sonno, secondo uno studio pubblicato sulla rivista Maturitas e coordinato da Laura Lampio dell'Università di Turku in Finlandia. I ricercatori nordeuropei hanno messo a confronto le modifiche nella qualità del sonno in pre-menopausa con i disturbi del riposo notturno in epoca menopausale in un gruppo di 81 donne seguite per cinque anni. «Ventisette erano in pre-menopausa e 54 in post-menopausa, e di queste ultime rispettivamente 14 e 40 erano o meno in trattamento con la terapia ormonale» spiegano gli autori, precisando che all'inizio dello studio le uniche differenze tra i gruppi erano livelli sierici più elevati di ormone follicolo-stimolante e sudorazioni notturne nonché vampate di calore più frequenti in post-menopausa rispetto alla pre-menopausa. Anche le caratteristiche del sonno non erano diverse all'inizio del follow-up, mentre al termine è stata osservata una maggiore difficoltà ad addormentarsi nelle donne in post-menopausa, specie in chi non assumeva ormoni.

«Dati simili sono emersi anche in merito alla qualità generale del riposo notturno, con risvegli notturni più frequenti nel gruppo in post-menopausa senza terapia ormonale» riprende l'autrice, sottolineando che l'analisi multivariata ha individuato diversi fattori con impatto significativo sul sonno come per esempio la sudorazione notturna. La depressione ha influenzato in modo importante la stanchezza mattutina, la facile stancabilità diurna e la sonnolenza sul lavoro o nel tempo libero. «Nelle donne di mezza età, la presenza di disturbi del sonno e di eventuali condizioni predisponenti dovrebbe essere regolarmente verificata dai medici durante la loro pratica clinica quotidiana, allo scopo di selezionare le persone ad alto rischio e fornire loro un adeguato sostegno e trattamento» aggiunge Lampio. E conclude: «Circa il 40-60% delle donne riferisce disturbi del riposo notturno in menopausa, con riduzione della qualità di vita, e implicazioni negative sia per lo stato generale di salute sia per l'attività lavorativa. Per questo è importante fare tutto il possibile al fine di prevenire e curare questo aspetto della menopausa.

Maturitas. 2016. doi: 10.1016/j.maturitas.2016.10.004
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27823734
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community