Ginecologia

dic42016

Con diabete gestazionale aumenta rischio di complicanze anche in donne che non diventano diabetiche

Nelle donne con diabete gestazionale il rischio di eventi cardiovascolari resta alto non solo in presenza, ma anche in assenza della comparsa successiva di diabete di tipo 2, secondo quanto si legge in un articolo appena pubblicato su Diabetes Care e firmato da Ravi Retnakaran della Mount Sinai University di Toronto. Il ricercatore, assieme ai colleghi, ha esaminato il ruolo del diabete di tipo 2 nel determinare gli esiti vascolari nelle donne con pregresso diabete gestazionale in uno studio svolto su una coorte di gestanti che ha partorito un neonato vivo tra aprile 1994 e marzo 2014. Le partecipanti sono state stratificate in quattro gruppi: 15.585 donne con diabete gestazionale che hanno successivamente sviluppato diabete di tipo 2; 41.299 donne con diabete gestazionale in cui il diabete di tipo 2 non è invece comparso; 49.397 donne senza diabete gestazionale che hanno comunque sviluppato un diabete di tipo 2 dopo avere partorito; 1.408.798 donne senza diabete gestazionale né diabete di tipo 2, usate come gruppo di controllo. E dopo avere seguito le partecipanti per una media di circa dieci anni, i ricercatori hanno confermato quanto rilevato da ricerche precedenti, ossia un rischio di complicanze su base vascolare quali vitrectomia con fotocoagulazione, dialisi renale e ricoveri per infezione del piede particolarmente elevato nelle pazienti con diabete gestazionale che avevano successivamente sviluppato diabete di tipo 2.

Ma il risultato più interessante, tuttavia, è stato che il rischio di malattie cardiovascolari e di malattia coronarica è risultato significativamente aumentato non solo nelle donne con diabete gestazionale che avevano successivamente sviluppato un diabete di tipo 2, ma anche in quelle che non erano diventate diabetiche, sebbene con percentuali assolute molto basse. «Questi risultati dimostrano che il futuro rischio macrovascolare è una caratteristica intrinseca del diabete gestazionale, indipendentemente dalla presenza o meno di diabete di tipo 2 dopo il parto» conclude Retnakaran.

Diabetes Care. 2016. doi: 10.2337/dc16-1400
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27821407
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community