Gestione della cura del paziente

mag312012

Per malattie respiratorie conta il rapporto medico-paziente

Un’indagine italiana dimostra come un buon rapporto medico-paziente rappresenti uno dei primi punti per assicurarsi il successo nella gestione delle malattie respiratorie. Lo studio, osservazionale e prospettico, ha coinvolto 46 centri medici distribuiti...
transparent

gen232012

Diabete al 1° posto in complessità per i generalisti

Nella medicina generale degli Usa circa un quarto degli assistiti è considerato paziente complesso. La presenza di diabete scompensato (glicata >9%) è ritenuta uno dei maggiori predittori indipendenti di complessità, più dell'uso degli antipsicotici,...
transparent

dic132011

Neutropenia febbrile nei pazienti neoplastici: terapia ambulatoriale?

La neutropenia febbrile (FN) di per sé ha sempre costituito una sfida in campo medico tanto più se correlata ad una patologia come quella neoplastica che di base determina immunodepressione, situazione ulteriormente peggiorata dalla chemio-immunoterapia....
transparent

nov222011

Differenti modelli di disease management: sono tutti efficaci?

Il management coordinato delle malattie croniche – specialmente quelle ad alto rischio e ad elevato costo – è ritenuto essere in grado di assicurare un alto livello di qualità delle cure unitamente ad un risparmio consistente dei costi sanitari: si tratta cioè di assicurare una gestione delle cure in modo strutturato - sia nelle fasi di acuzie che nel lungo periodo - con una visione globale del paziente ed una integrazione tra i vari setting assistenziali.
transparent

nov52010

Verso una Medicina “personalizzata”

Gli investimenti nella ricerca di base hanno creato le opportunità per un significativo progresso della medicina clinica. I ricercatori hanno individuato centinaia di geni che contribuiscono allo sviluppo delle malattie, hanno identificato varianti...
transparent

nov62007

Un personal trainer per il diabete adolescenziale

Endocrinologia-diabete Un “personal trainer” può favorire la motivazione e la capacità di un adolescente di autogestire il diabete. Questa conclusione deriva dalla sperimentazione di un sistema di supporto uno a uno per il miglioramento...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>