Ricerca   |    Topic attivi   |    Accedi all'area riservata

Logo Medikey
icona
Per accedere è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali





Cause di malasanità.
Sergio Santilli
#1 Inviato : lunedì 21 agosto 2017 7.35.57(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 595

Di nuovo le cronache di questI giorni, tornano a parlare di malasanità, con riferimento al PS dell'ospedale campano di Loreto Mare, sito in Napoli. Dopo un incidente grave di moto, che ha coinvolto due giovani, il più grave, un politraumatizzato viene condotto d'urgenza ,in codice rosso,presso il suddetto ospedale. La situazione appare subito grave, prognosi riservata. Le analisi di laboratorio evidenziano una anemia con Hb  di 7; occorre sangue. Dopo ripetute trasfusioni, la crasi ematica non subisce miglioramento. Che fare? Manca una diagnosi precisa per potere intervenire, quale è la diagnosi, da dove perde sangue il politraumatizzato, un giovane di 23 anni? Si decide per una angiotac e per questo occorre trasferire il pz presso altro ospedale napoletano attrezzato. Le cose andrebbero fatte con prontezza ed urgenza, non per questo si chiama PRONTO SOCCORSO, ALTRIMENTI LO AVREBBERO CHIAMATO SOCCORSO RITARDATO. Accadono le cose di sempre, che ognuno di noi, che ha fatto pronto soccorso,conosce alla perfezione,IO LE CONOSCO PELO. L'equipaggio dell'ambulanza che dovrebbe trasferire il pz non  si riesce a comporre. L'infermiere non vuole andare(immagino la solita menata" io non posso assentarmi dal reparto e non sono addetta/o all'ambulanza"), il rianimatore che dovrebbe accompagnare il pz non può lasciare il reparto e magari abbandonare altri pz, l'autista per fortuna...c'è. E così si perde tempo prezioso ed intanto le condizioni del paziente peggiorano. Alla fine  ,la cronaca ci dice dopo 4 ore  di lite e discussioni, si riesce a partire e trasferire il povero giovane a fare l'angiotac, che tra l'altro non evidenzia arterie che perdono sangue. Alla fine il pz muore.  (NON SARA' MICA STATA UNA ROTTURA DI MILZA?). La cosa che a me appare strana è che sia stato il responsabile del PS  a chiedere che sia fatta luce sull'accaduto, come se l'organizzazione dello stesso non dipendesse da lui ,quasi fosse avulso dai fatti accaduti ed ogni medico che vi prestasse la sua opera ,un mondo a sé stante. E' la solita storia, quando si contano i morti, allora ci si rende conto che qualcosa non funziona. E cosa non funziona?

1) carenza di personale  medico ed infermieristico per mancanza di fodi(soldi) .C'est l'argent qui fait la guerre! 

2) personale uso ed aduso alla disobbedienza perché hanno dalla loro parte protezione politica e sindacale, direttori e responsabili di reparto senza più alcuna autorità,né sulpersonale né nel denunciare carenze e mancanza di mezzi.E chi ti sente, Gesù Bambino?

2) se per caso usi il pugno duro con i riottosi ed i lavativi vieni subito tacciato di fascismo ,quando non ti bucano le ruote della tua macchina.

3) insomma è un caos generale,specie da quando la sanità è nelle mani dei politici che fanno e disfanno a loro piacimento,a volte sponsorizzando assunzioni che più gli aggradano ,non per meriti ma per simpatie caudatarie.

4) spesso al PS vengono impiegati medici con poca esperienza nelle urgenze, i migliori preferiscono stare nei reparti,dove puoi farti un nome o fare visite private. Eppure il PS andrebbe gestito nel migiore dei modi, in quanto rappresenta il biglietto da visita dell'ospedale.

PS. Ricordo un mio intervento, forse il migliore per tempistica ed intuito clinico.(E' come un calciatore che rammenta il suo goal più bello). Una donna fu portata al PS, dove io ero di turno in solitaria. Era gravida all'8mese.Trasferita da altro ospedale ,dove era ricoverata in ostetricia e mostrava segni di aggravamento ingravescenti. La sorella caposala in altro reparto in quell'ospedale la portò per un estremo tentativo da noi.

La visitai e feci diagnosi di "addome acuto" e la mandai in chirurgia. Dopo qualche minuto fui raggiunto dall'aiuto chirurgo e dal primario ostetrico:"Santilli, non hai visto che la pz è gravida all'8mese? Ora cambia la diagnosi e mandala in ostetricia. Io che ero ferrato in regolamneti e leggi ospedaliere(le studiavo ogni giorno,ritenendole più utili di un manuale di medicina)replicai:"sul ricovero, come dice la legge,decide il medico di guardia. Se voi lo ritenete opportuno, fate consulenza tra voi e la trasferite. Sia chiaro, sulla stessa cartella da me firmata, con annesso ricovero in chirurgia.  I due non sapevano più cosa fare. Poco dopo chiamai il chirurgo e dissi con tutta sicurezza: "quella la devi operare , è da qualche girono che sta in ostetricia in altro ospedale, ma le sue condizioni peggiorano sempre più. Per me ha un problema addominale. Avevo avuto grandi maestri in semeiotica, dove avevo fatto l'interno per un anno. Fui ascoltato.COME ANDO' A FINIRE? LA PZ FU OPERATA. AVEVA UN BRIGLIA, ESITO DI UNA OPERAZIONE DI APPENDICECTOMIA,CHE LE AVEVA STROZZATO UN'ANSA INTESTINALE . LE FU AMPUTATO UN TRATTO DI TENUE CHE ERA ANDATO IN NECROSI. SE NON FOSSE STATA OPERATA D'URGENZA, IL GIORNO DOPO SAREBBE ANDATA IN SHOCK IRREVERSIBILE. IL MERITO COMUNQUE FU DEL CHIRURGO. IO NON ANDAI A PARLARE CON LA SORELLA E MAGARI POI CON LEI, PER DIRLE COME ERANO ANDATE LE COSE. 

ALTRO CHE LINEE GUIDA. LE LINEE GUIDA SONO SOLO LA FORMAZIONE CHE NOI RICEVIAMO DURANTE GLI STUDI UNIVERSITARI E LA FORMAZIONE NELLE CLINICHE O NEGLI OSPEDALI.

(SCUSATE, NON E' PER VANAGLORIA,MA RICORDO SEMPRE CON ORGOGLIO QUELL'EPISODIO- E QUESTO PER DIRE CHE SE NON FAI LA DIAGNOSI ED AGISCI CON SICUREZZA E TEMPESTIVITA',SPESSO A RIMETTERCI LE PENNE E' IL PZ. COME QUEL POVERO GIOVANE. IN MANCANZA DELLA DIAGNOSI NULLA SI E' POTUTO FARE. (COSA DICONO LE LINEE GUIDA?)

Raffaele Manca
#2 Inviato : lunedì 21 agosto 2017 17.51.49(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 178

gent.le dottor santilli ... dal suo discorso pare che lei addossi la morte di quel povero ragazzo ad un insieme di cause e concause che niente hanno a che fare con le linee guida .. lei dipinge una sanità da far paura ... qui non sono in gioco , ne in causa le linee guida ... ma la coscienza di chi doveva provvedere .. lo dice lei stesso ... i medici erano coscienti pienamente del fatto che comunque il problema era interno e le linee guida in questo caso non sono state applicate perchè è chiaro che la tempestività che occorreva non è stata usata ... poi se vogliamo discutere sulle tempistiche di soccorso estromettendole dalle linee guida ... non sono un medico ma da padre di quel povero ragazzo le dico che simili questioni non le accetterei ... ha fatto bene il responsabile a metterere le mani avanti scrivendo di suo pugno ...e vorrei dirle , per finire , che meglio essere aditati come medici fascisti e fare il proprio dovere , scontrandosi con chi non lo fa , che stare ad assistere a questo disastro ...ed essere moralmente responsabili ...

 

Sergio Santilli
#3 Inviato : lunedì 21 agosto 2017 20.02.50(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 595

Mi spice dirglielo, ma lei non ha capito una beata mxzza di quello che ho scritto, caro Manca e non mi va di perdere tempo a spiegarglielo. Credo chi i colleghi ai quali mi riferisco lo abbiano capito. Altrimenti bisogna scendere a livelli veramente bassi, rasoterra, come diceva il mai dimenticato Riccardo Pazzaglia, in "quelli della notte". 

Raffaele Manca
#4 Inviato : martedì 22 agosto 2017 6.56.39(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 178
non si affanni per me ... ma è chiaro che lei è molto evasivo e contradittorio .. non si capisce se vuole contestare l'operato dei medici nelle linee guida o paventare una questione morale in sanità .. sia più chiaro ... grazie ...
Forum Jump  
Tu NON puoi inviare nuovi topic in questo forum.
Tu NON puoi rispondere ai topics in this forum.
Tu NON puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi creare sondaggi in questo forum.
Tu NON puoi votare nei sondaggi di questo forum.