Ricerca   |    Topic attivi   |    Accedi all'area riservata

Logo Medikey
icona
Per accedere è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali





6 Pages<12345>»
Referendum fecondazione, cosa ne pensi?
Marco Monina
#41 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 15.39.07(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1
Non vedo un solo motivo per andare a votare, mentre ne vedo tanti per non andare: 1) è un argomento molto complesso, la maggior parte delle persone che vanno a votare lo fanno con un "preconcetto" senza conoscere bene l'argomento 2) la scienza e la ricerca ci entrano molto poco: attualmente è molto più avanzato lo stato degli studi sulle cellule staminali adulte, ma il grande interesse (economico) spinge sulla ricerca sulle staminali embrionali perchè questa procedura è coperta da brevetto (anche questa volta i partiti della sinistra fanno gli interessi delle multinazionali americane, e da vecchio socialista questo mi dispiace e mi offende) 3) la vita è un bene, un mistero, un dono, chiamatela come volete, ma è un bene universale, che noi medici dovremmo difendere, e la vita, questo è un dato di fatto, inizia con il concepimento: è già aberrante "creare" in laboratorio un vita, figuriamoci poi per eliminarla. 4) troppi di quelli che parlano alla TV a favore del si hanno un "conflitto di interesse": illustri prof. che si lamentano della fuga all'estero delle coppie (che portano i loro soldi alla concorrenza) 5) non vado a votare e non mi sento affatto codardo, è una scelta precisa e, visto la campagna denigratoria, anche coraggiosa Marco Monina Giulianovaco
Francesco Stella
#42 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 16.14.52(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1
assolutamente da proscrivere la ricerca che usa delle "persone" quale e' dal concepimento ogni singolo individuo: la umanita'del concepito e' tale per il tipico patrimonio cromosomico ed e'"individuo" per la peculiarita'del suo assetto genico. Se poi non sappiamo cosa pensi l'embrione e' dovuto al fatto che non possediamo strumenti idonei, un paz. con EEG piatto per intossicazione da barbiturici non e' morto, dovremmo poterci mettere alle dimensioni della persona-embrione per dailogare con lui. Non parlerei mai di"vita umana" ma sempre di persona in sviluppo; le parole sono pietre. Non si devono usare per nascondere la verita'. Francesco STELLA, Vimercate(Mi)<
Lorenzo Sartori
#43 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 17.43.21(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 2
Quando lo Stato ti chiama ad esprimere un voto hai il dovere etico di rispondere come a una festa corale. Vota, vota come vuoi ma VOTA. Contro gli inviti a non farlo dei soliti ipocriti, pavidi, vili mezze calzette, e autorità non cercate.crip
Simona Dei
#44 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 17.51.15(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1
come medico vita è vita, dal momento in cui viene concepita,e dal momento in cui un ovulo e uno spermatozzo insieme diventano qualcos'altro, che non è nè il primo nè il secondo. come mamma le mie figlie sono state vive dal primo attimo, e da allora hanno avuto i loro diritti e io i miei doveri nei loro confronti. come cristiana la vita, comunque sia, ha dei diritti che vanno ben oltre tutti gli altri: qualità, benessere, anche salute. lavoro nel servizio sanitario italiano, e ogni giorno cerco di garantire la salute intesa nel suo complesso: ma non a costo della vita, neppure dell'essere più piccolo, più indifeso, più malato che sia stato concepito. credo nel diritto di avere dei genitori, sapendo se ti hanno cresciuto, ma anche se ti hanno concepito e se da loro hai ereditato buona parte di te. credo nelle scelte coraggiose, le ho sempre fatte, fanno crescere e diventare forti: per questo non voterò domenica prossima, per il coraggio di portare avanti le mie idee e i diritti di chi senza averlo chiesto inizierà il suo cammino di vita da lunedì in poi simona dei
Stefania Lana
#45 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 18.38.08(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1
Io andrò a votare e voterò SI a tutti e quattro i quesiti.Non considero un ammasso di cellule l'embrione e, pur essendo medico, non sono per la ricerca in assoluto e al di sopra di tutto e di tutti, ma credo che una legge debba dare delle regole. In questo caso però si impone un valore assoluto su un altro valore assoluto: la vita del NASCITURO, l'embrione, vale più della salute della madre. Potrà essere corretto da certi punti di vista, ma non è biologico. Credo che tutti siano d'accordo che la salute della madre sia fondamentale per il benessere e la vita di colui che DOVRA' nascere.Posso comprendere il punto di vista di ch la pensa in maniera opposta, ma perchè allora non andate a votare NO? Di che cosa avete paura? Non della complessità del tema: non è complesso, in sè, ma credo che il problema, come per l'eutanasia o altri temi che coinvolgono profondamente, sia difficile da affrontare perchè ci impone di confrontarci con la vita e con la morte e col significato che diamo loro. Per quanto riguarda poi i quesiti tecnici (N° di embrioni, ricerca) comunque vanno messe delle regole, ma ascoltando gli esperti, tutti, sia quelli di una parte che dell'altra e non credo sia materia di pertinenza del solo legislatore.L'eterologa? Altro dilemma! In realtà è genitore chi cresce il figlio e lo accompagna nelle diverse fasi della vita. Se ciò non fosse vero, basterebbero pochi attimi di godimento per essere genitori.... Stefania//www.banne
Patrizia Egitto
#46 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 18.40.19(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1
Credo sia importante e fondamentale andare a votare e non astenersi, anche se cattoliche , le donne devono pensare a difendere i propri diritti anche riguardo la propria salute. Non credo che l'embrione da solo, isolato dal contesto di un utero, sia vita senza l'impianto dello stesso. In qualità di ginecologa e paziente al tempo stesso per problemi di maternità, so cosa vuol dire sottoporsi a determinate terapie e procedure mediche , con tutti i rischi fisici e psicologici.Pertanto mi dichiaro contraria a questa legge, che non protegge la libertà delle donne, e rischia di minare le lotte precedenti sul diritto della maternità responsabile (vedi legge 194). Per tali motivi chiedo di votare 4 SI ai 4 referendum, per poter ridiscutere e cambiare questa legge .cript<
Rosanna Corea
#47 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 18.59.04(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 2
la legge va rivista con serenita' e senza partigianeria perche' puo' essere certamente migliorata. L'astensione dal voto che non permette a nessuno ,"scienziato" e non ,di diventare l'arbitro della vita altrui mi fa sentire nel giusto come madre,donna,medico ginecologo e cattolica.cript<
Roberto Bufo
#48 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 19.27.19(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 2
Bisogna dare una risposta ai bisogni dei malati, a quelli che affetti da patologie geneticamente trasmesse e diagnosticabili possono avere figli non malati solo con una diagnostica pre-impianto che la legge 40 nega. Invito tutti ad assumersi comunque le proprie responsabilità il 12 e 13 giugno, nel rispetto della democrazia, innanzitutto "andando a votare"(!!) secondo coscienza e poi, se credono, consentendo alla scienza di aiutare i malati affetti da malattie genetiche votando si almeno ai primi tre referendum. Dr Roberto Bufo, dermatologo pediatra, presidente dell'Associazione Italiana per l'Eteroplasia Ossea Progressivacri
Luciano Armaroli
#49 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 20.05.31(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 3
SE DAVAMO RETTA ALLE GERARCHIE ECCLESIALI SAREMMO ANCORA CONVINTI CHE IL SOLE GIRA FELICEMENTE INTORNO ALLA TERRA PERCHE'<< LO HA DETTO DIO NELLA BIBBIA>>. RIPRENDIAMOCI ALMENO L'ONORE E L'ONERE DELLE NOSTRE RESPONSABILITA' SENZA DELEGARLE A NESSUN "MINISTRO" DI QUESTO O QUEL DIO O DI QUESTO O QUEL PARTITO. LA RICERCA NON SI E' MAI FERMATA NE' POTRA' MAI FERMARSI. IN MANO AD IN POPOLO RESPONSABILE E CHE RAGIONA CON LA PRORIA TESTA (QUESTO E' IL VERO PROBLEMA) ESSA NON POTRA' CHE DARE FRUTTI POSITIVI PER TUTTI: BELLI E BRUTTI, RICCHI E POVERI. IL PROIBIZIONISMO ( +/- OSCURANTISTA )SERVE SOLO A VENDERE IL PRODOTTO PROIBITO A CHI HA IL DENARO PER COMPRARLO. COSI' SARA' PER LA FECONDAZIONE ASSISTITA E PER LA RICERCA SULLE CELLULE STAMINALI EMBRIONALI. COMUNQUE SIA..IO STO CON DULBECCO E SONO TRANQUILLO....ANCHE SE QUALCUNO SOSTERRA' CHE E' UNO SPORCO COMUNISTA E GLI EMBRIONI....SE LI FA' E SE LI MANGIA! LUCIANO ARMAROLIb.
Nicla Maria La Verde
#50 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 21.46.12(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1
Ma perchè le scelte tecnico-scientifiche importanti, con non pochi risvolti etici devono essere affidati ai referendum? Cioè alla pubblicità, ai mass media, a chi ha potere mediatico, e non ha chi ha competenza. Siamo circondati da slogan ridicoli e da manifesti con facce sorridenti che dicono "io voto" o "io non voto": volti di dubbia scienza e dubbia moralità!! No, io non vado a votare. Ritengo ingiusta e profondamente scorretta questa procedura. La posta in gioco è troppo grossa per affidarle ad una procedura profondamente inadeguata.rc=
Marco Granchi
#51 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 23.58.40(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 6
Non capisco come possano essere messi tutti e 4 i quesiti sullo stesso piano.Vivo anch'io la sofferenza,come pediatra di famiglia,di chi è stato costretto ad adottare bambini nelle più disparate e difficili condizioni possibili.Ed è per questo che voterò SI a 3 dei quesiti referendari.Ma che l'embrione sia già un' ESSERE in tutto e per tutto mi sembra talmente ovvio che chi lo nega o è in cattiva fede o è completamente ignorante.Ed è per questo che a questo quesito risponderò NO.Ridiscutiamo pure la legge 194 ed evitiamo che l'aborto continui ad essere un metodo contraccettivo non codificato Perchè in effetti spesso così è.Marco Granchi PdF
Silvia Maria Teresa Durante
#52 Inviato : venerdì 10 giugno 2005 0.17.16(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 3
sono un medico e sono una donna e sono stufa che dei medici non considerino la sterilità una malattia, INVECE LO E', e come tale va curata nel miglior modo possibile,curiamo di tutto perchè la sterilità viene considerata in modo diverso, una sorta di punizione divina...si deve curate e questa kegge non lo consente e ricordiamoci che è un problema destinato ad aumentare e con il quale dovranno sicuramente fare i conti le generazioni future!!Vogli ricordare inoltre che la DIAGNOSI PREIMPIANTO viene fatta sugli embrioni prodotti in un ciclo di stimolazione che possono essere 1,5,7 ma 50...mi sembra un dato scorretto e fuorviante, per favore diamo notizie onestet
Stefano Tinelli
#53 Inviato : venerdì 10 giugno 2005 0.24.12(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 2
Il sapere che ci sono medici come me che pensano che la legge 40 sia una buona legge..mi fa vergognare di appartenere alla categoria, perche' se e' giustificabile l'atteggiamento di chi non va a votare perche' non ha capito e non ha i mezzi per farlo..e' altrettanto inammissibile che ci siano dei "medici" che non capiscano l'assurdo e malato disegno che sta dietro a questa legge. Un disegno ordinato dalla chiesa che si dimostra (con mezzi piu' moderni ma non meno subdoli) la stessa della santa inquisizione e che vede al centro del mondo l'uomo e lascia le donne abbandonate al "rogo" di questa legge.. Mi spiace ma non meritate di essere chimati dottori.
Vincenzo De Stefano
#54 Inviato : venerdì 10 giugno 2005 0.38.17(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1
Il concepito è un individuo e non una cosa! E questo lo dice, con chiarezza la biologia. E' terribile sentire medici dissertare ignorando questo concetto fondamentale! Vergogna!! Siete intossicati dalla politica, dall'egoismo e dall'ignoranza. La legge 40 è una legge da difendere perchè difende la vita del concepito che è già uno di noi. Credo che una buona parte dei medici a favore del si non abbiano letto il testo della legge e non sappiano di cosa stanno realmente parlando. Non capire le alte ragioni morali che guidano questa legge significa essere ciechi e non essere degni di esercitare la professione medica! L'astenersi dal voto è la scelta più giusta per rigettare un referendum in cui la maggior parte dei votanti non ha capito asslutamente nulla dell'argomento per cui si vota. Vincenzo De Stefano L'astensione dal voto//ww
Salvatore Nicosia
#55 Inviato : venerdì 10 giugno 2005 0.47.53(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1
si diventa cittadini quando si nasce, e si nasce dopo una gravidanza ed un parto: solo alla nascita il "cittadino" viene registrato ed acquisisce diritti pari a tutti i viventi. fino a quel momento è la donna, incinta e che partorirà una vita, che godrà dei diritti prevalenti sul nascituro. bene! la legge 40 misconosce proprio il ruolo della gestazione e del parto. d'altra parte cosa ci aspettavamo da un parlamento così, senza alcuna autorevolezza morale, senza un progetto politico, gestito ed usato per finalità particolaristiche, parlamentari venduti ed asserviti all'interesse del più forte! la chiesa cattolica occupa tutti gli spazi che questo potere politico servilmente gli offre (vedi il presidente Pera et altri!!!!!). ma rispetto la democrazia: questo purtroppo è anche il mio governo, ed è il parlamento che abbiamo votato! REFERENDUM: 4 SI, 4 SI, 4 SI, 4 SI, SENZA SE E SENZA MA... Se siete favorevoli alla legge 40 4 no, 4 no, 4 no, 4 no!!!!com
Sergio Rossi
#56 Inviato : venerdì 10 giugno 2005 0.55.43(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 2
Continuo a leggere con attenzione gli interventi a questo forum e mi sorge una domanda: quanti hanno letto la legge 40 e le sue linee guida? Quanti hanno letto la ricca bibliografia disponibile (ad esempio la ricerca della SIdR sulla percentuale di successo nella pma prima e dopo la legge 40)? Poi leggere di citazioni di S.Tommaso ecc., che ricordo parla di anima e non di embrioni, oppure dei roghi della Santa Inquisizione mi fa cadere le braccia ... Io mi astengo e sono ben convinto di quello che faccio. E continuo a ritenermi medico e dottore, visto che mi sono guadagnato la laurea studiando e andando in corsia, non ai comizi. Rispetto le persone e le opinioni, ma le bugie hanno le gambe corte e se anche alzano la voce per sembrare più importanti, bugie a gambe corte restano. Sergio Rossis
Mirella Farina
#57 Inviato : venerdì 10 giugno 2005 2.02.18(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 2
concordo pienamente con quanto scritto da SERGIO ROSSI ed altri:ciascuno di noi è stato QUELL'INIZIO di progetto di vita,questo non si può disconoscere,e nessuno di noi sarebbe qui a parlare se nostra madre avesse deciso prima per noi ,(tramite una biopsia pre-impianto che ci porta via un quarto delle cellule presenti),se i nostri geni erano perfetti, o erano proprio ciò che LEI voleva o si aspettava da noi. Questa battaglia è un grande imbroglio :qui non è in discussione il desiderio vero, buono, di curare le malattie e vincere il dolore, ma è il delirio di onnipotenza della Scienza, che vuole avere l'ultima parola sull'UOMO e sulla creazione, vuole avere il bottone dell'inizio e della fine,vuole giudicare quando il" diritto "della madre può prevalere su quello del bambino , come se fosse "normale " che l'uno escludesse l'altro... e poi gli ipocriti si stracciano le vesti quando una madre depressa annega un figlio di pochi mesi nella vasca da bagno ! Chiamano TRUCCO l'astensione e poi travestono i loro scopi con il falso pietismo verso gli ammalati ,come se la Ricerca con la R maiuscola avesse aspettato finora a procedere perchè non aveva ancora potuto mettere le mani sugli embrioni.Quanto sta accadendo ci svela che anche un PREMIO NOBEL può essere umanamente eccellente in un campo , ma non per questo è infallibile in tutti gli altri, tanto meno quando dimentica che primo scopo della Ricerca è la difesa della Vita , prima di tutto, la più indifesa,perchè NON PUO' PARLARE,NE'SUPPLICARE DI NON DIVENTARE CARNE DA ESPERIMENTO;questi embrioni sono davvero i NUOVI SCHIAVI del terzo Millennio... Ci sono milioni di bambini orfani e abbandonati a loro stessi per guerre,AIDS,fame, miseria in ogni Paese del mondo dove La CIVILTA' non è arrivata a governare e dettare al cuore dell'uomo i suoi bisogni e i suoi desideri: perchè non cominciamo a renderli seriamente adottabili per le coppie che desiderano avere un figlio ?perchè non si spendono 5000 euro per ognuno di essi invece di incentivare le coppie infertili in questo lurido mercato delle illusioni che giova solo a chi l'ha messo in piedi ,lasciando milioni di cadaveri dietro di sè? Allora, diciamocelo :CHI è CHE INGANNA veramente?E CHI sta DAVVERO DALLA PARTE DELL' UOMO ? Per questo non andrò a votarer
Riccardo Cuttica
#58 Inviato : venerdì 10 giugno 2005 13.51.36(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1
4 SI SENZA SE E SENZA MA ,IN CULO AL CLERO!!!!!!!<
Marco Longheu
#59 Inviato : venerdì 10 giugno 2005 15.25.43(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1
La questione è complessa e soprattutto nessuno,credo, possa attualmente dire una parola definitiva in proposito. Proprio per questo non si sentiva davvero il bisogno di una legge così brutta, dove un certo tipo d'ideologia clericale traspare nettamente da più parti. Abolire in toto questo aborto legislativo sarebbe stato molto meglio ma in mancanza di questo una scelta di libertà e di coscienza impone innanzitutto di ANDARE A VOTARE e, per quanto mi concerne, votare 4 SI'.
Tiziana Mirabelli
#60 Inviato : venerdì 10 giugno 2005 17.17.45(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 2
SPERO CHE GLI ITALIANI E IN PARTICOLARE LE ITALIANE VADANO A VOTARE E CHE VOTINO QUATTRO SI , COME ME.rip
6 Pages<12345>»
Forum Jump  
Tu NON puoi inviare nuovi topic in questo forum.
Tu NON puoi rispondere ai topics in this forum.
Tu NON puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi creare sondaggi in questo forum.
Tu NON puoi votare nei sondaggi di questo forum.